Allerta Meteo, domani arriva il grande gelo: tanta neve al Sud, MAPPE e previsioni dell’aeronautica militare

/
MeteoWeb

Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di oggi e domani

1Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: si attenuano rapidamente da nord le condizioni di instabilita’ ancora presenti sulle regioni settentrionali mentre permarranno attive al sud ed in parte anche sulle regioni centrali. Tempo previsto fino alle 24 di oggi. Nordschiarite sempre piu’ ampie gia’ durante la mattina su Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige; nuvolosita’ ancora diffusa inizialmente sul resto del nord con precipitazioni isolate che saranno nevose intorno 400-500 metri su Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e versante nord dell’Appennino ligure e con brevi e locali nevicate possibili anche in pianura fino la tarda mattina su Piemonte meridionale e settore occidentale dell’Emilia-Romagna: migliora gia’ nel corso della mattinata sul Veneto, con schiarite sempre piu’ ampie e che si estenderanno anche alle restanti regioni ad iniziare dalle aree settentrionali, con cielo che in serata si presentera’ prevalentemente sereno e che favorira’ la formazione di gelate, foschie e nebbie congelantesi nelle valli interne e sulle pianure. Centro e Sardegna: nuvolosita’ variabile su Toscana ed Umbria con qualche residua pioggia su Toscana meridionale ed Umbria occidentale e qualche breve nevicata sulle aree appenniniche piu’ orientali, in netto miglioramento da meta’ giornata con schiarite sempre piu’ estese; molte nubi sulle restanti regioni, con isolati rovesci o temporali su Lazio e settori nord ed ovest della Sardegna mentre su Marche e Abruzzo si avranno precipitazioni anche persistenti e localmente intense, con situazione in miglioramento durante il pomeriggio sul Lazio, iniziando da nord, ed in serata anche sulle Marche. Quota neve mediamente intorno 500-600 metri su Marche e Abruzzo ed intorno 700-800 metri sul resto del centro. Sud e Sicilia: nuvolosita’ variabile sulle regioni adriatiche e sui settori jonici, in peggioramento con precipitazioni anche temporalesche in arrivo tra la tarda mattina ed il primo pomeriggio e che saranno piu’ frequenti su Molise e Puglia settentrionale; cielo molto nuvoloso sulle restanti aree con piogge sparse ed isolati temporali, anche di forte intensita’ sui settori tirrenici di Basilicata e Calabria. Neve sull’Appennino meridionale e sui rilievi della Sicilia a quote intorno 800-1000 metri, salvo nevicate a quote piu’ basse nelle valli piu’ interne peninsulari. Temperature: massime in calo sulle regioni centrali adriatiche, sull’Umbria e sulla Toscana, senza variazioni di rilievo sul resto d’Italia. Venti: moderati occidentali su Sardegna e Sicilia con rinforzi forti o di burrasca sui settori occidentali fino meta’ giornata, in successiva rotazione da nord sulla Sardegna; forti o di burrasca da nord-est su Liguria, Toscana e coste di Friuli-Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, in graduale attenuazione; moderati occidentali sul resto del sud, in rotazione da nord nel pomeriggio; moderati settentrionali su Umbria e Marche, deboli variabili sul resto d’Italia, in rotazione da nord ed in intensificazione su lLazio e Abruzzo e, dalla sera, nelle vallate alpine. Mari: agitati alto Adriatico, stretto di Sicilia, Tirreno meridonale, mare e canale di Sardegna ed, al largo, il mar Ligure, tutti con moto ondoso in diminuzione; mosso il basso Adriatico e molti mossi i rimanenti mari, con moto ondoso in diminuzione in serata, sottocosta, su mar Ligure e Tirreno centro-settentrionale.

3Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nord: cielo sereno al primo mattino, salvo locali foschie o nebbie che gelano sulla Pianura Padana; qualche velatura per meta’ giornata e poi rapide ampie schiarite su tutto il settentrione, ma con successivo nuovo passaggio di nubi medio alte tra Lombardia, Emilia e Liguria centro-orientale nel tardo pomeriggio. Nubi che si addenseranno infine sui versanti nord delle Alpi centro-orientali sempre da meta’ giornata, con deboli precipitazioni nevose sui rilievi a quote al di sopra dei 1000 metri. Centro e Sardegna: nuvolosita’ variabile sulla sardegna, piu’ diffusa sul settore occidentale dell’isola, pur con scarsa probabilita’ di precipitazioni. cielo sereno o poco nuvoloso per l’intera giornata su lazio, Toscana, Umbria e Marche settentrionali, salvo velature in transito per fine giornata. Nubi piu’ diffuse invece sulle Marche meridionali e sull’Abruzzo, con tendenza dapprima a schiarite, poi a nuovi piu’ consistenti annuvolamenti che porteranno delle nuove precipitazioni nel tardo pomeriggio e nella serata, con ritorno della neve a partire da quote tra i 3-400 metri. Sud e Sicilia: ancora nubi piuttosto diffuse al sud, Sicilia compresa, con piogge sparse e isolati temporali sulla Calabria tirrenica e sulla Sicilia settentrionale; precipitazioni piu’ isolate e attenuate invece per il resto del meridione. Nel pomeriggio e nella serata, ad una graduale attenuazione delle piogge sulle regioni del basso Tirreno e sulla Sicilia, si opporra’ un rinnovato e piu’ deciso aumento delle nubi sul versante del basso Adriatico, con rovesci sparsi su Puglia e Molise nella serata e con neve che nella notte scendera’ a quote tra i 3-400 metri. Temperature: minime in aumento sulle Alpi e lievemente sulla Sicilia e in generale diminuzione invece sul resto del Paese; massime senza variazioni importanti al centro-sud e in deciso aumento al nord, specie sulla Pianura tra Piemonte e Lombardia, nelle vallate alpine, sulla Liguria e sull’Appennino settentrionale. Venti: iniziale maestrale moderato al centro-sud, con decisi rinforzi di grecale nel tardo pomeriggio e nella serata; ventilazione settentrionale anche al nord, dapprima debole, poi tendente a rinforzare nelle vallate alpine e sulla Pianura Padana occidentale per venti di foehn e sulla Liguria per venti di caduta attraverso i valichi dell’appennino. Torna infine una bora sostenuta sull’alto Adriatico per fine giornata. Mari: da mossi a molto mossi il medio e basso Adriatico, il mare e il canale di Sardegna con aumento del moto ondoso fino ad agitato dal pomeriggio; generalmente mossi i rimanenti bacini, ma con moto ondoso in nuovo rapido aumento nel pomeriggio e nella serata a iniziare da quelli meridionali.