Allerta valanghe, il soccorso alpino: no ai percorsi fuori pista

MeteoWeb

Fondamentale portare sempre con sé pala sonda e Arva acceso e in modalità di trasmissione

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Il Soccorso alpino e speleologico ligure, a seguito delle recenti nevicate su tutta la dorsale appenninica e sulle Alpi liguri e apuane consiglia a tutti gli amanti dello sci alpinismo e dei fuori pista, ma anche chi utilizza le ciaspole, di munirsi di apparecchio Arva, della pala e delle sonde ma che comunque in queste condizioni particolari sono vivamente sconsigliati tutti i percorsi di fuori pista. Si consiglia inoltre di consultare il bollettino valanghe Meteomont del Corpo forestale dello Stato che per domani e i prossimi giorni prevede rischio ‘marcato 3’ lungo la dorsale tosco emiliana in aumento a 4 a causa del consistente strato di neve fresca non ancora consolidata dove sono possibili distacchi spontanei o con debole sovraccarico. Rischio 4 anche sulle Alpi liguri e “marcato 3” sull’Appennino ligure in aumento Per queste ragioni sono da evitare attività sci alpinistiche e fuoripista nelle zone sottovento e dominate da cornici,i canaloni e le aree caratterizzate da accumuli di neve ventata in particolare nelle ore più calde della giornata dove gli strati superficiali di neve fresca tenderanno ad appesantirei perdendo stabilita. Fondamentale portare sempre con se pala sonda e Arva acceso e in modalità di trasmissione, farsi accompagnare da Guide alpine o Istruttori del Club alpino italiano, in caso d incidente attivare il soccorso alpino chiamando il numero 118.