Alluvione in Emilia-Romagna: crollati hangar e serre, è stato di emergenza per le aziende agricole

MeteoWeb

Tra Romagna, bassa modenese e l’intero Appennino emiliano romagnolo ci sono condizioni per chiedere lo stato di emergenza per le aziende agricole

allagamentoIn provincia di Modena, nella zona di Mirandola e San Felice sul Panaro, gia’ pesantemente colpite dal terremoto del 2012, la neve caduta nei giorni scorsi ha fatto crollare diversi hangar che erano stati montati come ricovero attrezzi dopo che il sisma del 2012 aveva fatto crollare i capannoni. Ne da’ notizia Coldiretti Emilia Romagna, sottolineando la stessa sorte e’ toccata alla tensostruttura che nella parrocchia di Rivara, a San Felice sul Panaro, aveva sostituito la chiesa. Crollati anche numerose serre gia’ predisposte per il trapianto delle piantine di fragole. Sempre nella bassa modenese situazione di emergenza per numerosi terreni allagati. Difficolta’ anche sulla montagna bolognese, in particolare tra Sasso Marconi e Marzabotto dove numerose stalle sono rimaste isolate e in difficolta’ a causa della mancanza di elettricita’ per quasi tre giorni. L’assenza di energia elettrica ha bloccato anche le pompe per abbeverare gli animali. La viabilita’ in numerose aziende e’ stata ripristinata grazie all’intervento di trattori di Coldiretti. Tra Romagna, bassa modenese e l’intero Appennino emiliano romagnolo- afferma Coldiretti regionale – ci sono condizioni per chiedere lo stato di emergenza per le aziende agricole.