Freddo record a est, inverno caldo a ovest: gli Stati Uniti divisi a metà dal “meteo estremo” [DATI]

MeteoWeb

Sembra il ritratto di due Paesi, ma si tratta invece delle situazione vissuta in questi giorni negli Stati Uniti

REUTERS/LaPresse
REUTERS/LaPresse

Freddo siberiano a est, inverno caldo a ovest. Sembra il ritratto di due Paesi, ma si tratta invece delle situazione vissuta in questi giorni negli Stati Uniti.
I venti siberiani continuano a soffiare, dal Midwest alla costa orientale, fino alla Florida, dove sono previste temperatura appena sopra lo zero; temperature ancora accettabili, se paragonate a quelle del Kentucky, dove sono scese oltre -20 gradi centigradi, o di New York, dove la temperatura percepita è scesa fino a -25. Il Freddo, direttamente o indirettamente, ha provocato la morte di almeno 15 persone: undici in Tennessee, tre in Ohio e una in Kentucky. Questa mattina, freddo record già registrato in molte città, per esempio nella capitale: secondo il Washington Post, la temperatura è scesa a -15 gradi, battendo un record che resisteva dal 1896.

Rnamavn062A Flint, in Michigan, eguagliato il record di -31 gradi, stabilito per la prima volta il 18 gennaio del 1976. Record anche a Cleveland, Pittsburgh, Atlanta, Miami e in molte altre città della East Coast. Situazione opposta a occidente. “Sembra che l’inverno si sia dimenticato di noi” ha detto Kathie Dello, direttrice associata del centro di ricerca sul cambiamento climatico all’Università dell’Oregon, al New York Times. Più a sud, in California, stanno affrontando – secondo i dati disponibili – l’inverno più caldo della storia, per il secondo anno consecutivo, e per la prima volta, a gennaio, a San Francisco non è caduta nemmeno una goccia di pioggia