Maltempo Abruzzo: bufere di neve e disagi alla circolazione, molte scuole chiuse

MeteoWeb

Fiocchi bianchi nell’entroterra e scuole chiuse in alcuni comuni. Anche la Marsica si è svegliata sotto la neve, con gelide correnti artiche

neve l'aquilaL’Anas comunica che le intense precipitazioni nevose stanno causando alcuni disagi alla circolazione nelle province di L’Aquila e Teramo. In quest’ultima localita’ le scuole sono state chiuse con ordinanza del sindaco. Niente lezioni anche in altri comuni del teramano a causa delle condizioni meteo avverse. In particolare, a causa di una bufera di neve in corrispondenza del valico di Forca Caruso, si e’ reso necessario chiudere la strada statale 5 Tiburtina Valeria dal km 134,500 (localita’ Collarmele) al km 157,000 (localita’ Castel di Ieri), in provincia di L’Aquila. Sempre a causa delle bufere di neve, sulla strada statale 80 del Gran Sasso d’Italia e’ provvisoriamente chiuso il tratto compreso tra il km 15 e il km 45, tra le localita’ di Arischia (nel Comune di L’Aquila) e Tintorale (nel Comune di Crognaleto, in provincia di Teramo). Inoltre, sulla strada statale 696 del Parco regionale Sirente Velino e’ provvisoriamente chiuso al traffico, per neve, il tratto compreso tra il km 0 (svincolo di Tornimparte dell’autostrada A24) e il km 13,5 (bivio per Lucoli), in provincia di L’Aquila. Infine, si registrano nevicate anche sulle strade statali SS17 dell’Appennino Abruzzese e Appulo Sannitico e SS260 Picente. L’Anas – fa sapere l’azienda – e’ ininterrottamente al lavoro con i proprio uomini e mezzi antineve per garantire la sicurezza degli utenti e ripristinare la regolare circolazione il prima possibile.

Scuole chiuse anche in alcuni centri dell’entroterra chietino e pescarese. A Cugnoli (Pescara), per l’emergenza neve e ghiaccio, il sindaco Lanfanco Chiola ha sospeso le attivita’ didattiche. La notizia e’ arrivata in tempo reale, nelle prime ore di stamani a tutti i genitori degli alunni, attraverso il servizio ‘CugnoliInfoma sms, una innovativa modalita’ di comunicazione adottata dall’amministrazione. A L’Aquila, scuole regolarmente aperte. In citta’ – dove la minima e’ andata anche oltre i – 5 gradi – sono caduti cira 5 centimetri di neve ma l’insidia, viste le base temperature, e’ rappresentata dal ghiaccio formatosi sull’asfalto che ha provocato rallentamenti e code alla circolazione. A Pescara citta’ non c’ neve, solo vento forte. Fiocchi bianchi, invece, nell’entroterra e scuole chiuse in alcuni comuni. Anche la Marsica si e’ svegliata sotto la neve, con gelide correnti artiche. Le prime ordinanze di chiusura delle scuole arrivano da Magliano dei Marsi e Balsorano. Studenti a casa, infine, anche in alcuni comuni dell’Alto Sangro, in particolare Roccaraso, Rivisondoli, Pescocostanzo e Castel di Sangro. A Pescara e nei dintorni c’e’ un forte vento mentre nell’entroterra e’ caduta la neve gia’ ieri sera. Le scuole sono chiuse a Popoli e dintorni e anche in Val Pescara. Cosi’ come sulla costa, c’e’ molto vento e le temperature basse hanno fatto ghiacciare la coltre bianca. Situazione simile nell’area vestina, dove i sindaci hanno deciso di tenere chiuse le scuole per la giornata di oggi, a partire da Penne per proseguire con Farindola, Montebello di Bertona, Civitella Civitaquana e nei comuni che si trovano ad una certa altitudine. Non vengono segnalati problemi particolari per la viabilita’ ne’ dai carabinieri ne’ dalla polizia stradale.