Maltempo Campania: voragini a Napoli e rischio piena del fiume Calore

MeteoWeb

Forte mareggiata nel golfo e vento di libeccio hanno creato problemi ai collegamenti marittimi tra il capoluogo e le isole

LaPresse/Marco Cantile
LaPresse/Marco Cantile

Il maltempo non dà tregua in Campania. A pioggia, grandine, e neve da ieri interessano tutte le province della regione, nella notte si e’ aggiunto vento forte. A Napoli diverse le situazioni di criticita’ per voragini aperte lungo le strade cittadine, ma anche alberi, rami e cartelloni pericolanti. Forte mareggiata nel golfo e vento di libeccio hanno creato problemi ai collegamenti marittimi tra il capoluogo e le isole. Viaggiano solo i traghetti per Ischia e Procida, fermi tutti i mezzi veloci e interrotti tutti i collegamenti con Capri e Sorrento. A Capri, sul versante di Marina Piccola e dei Faraglioni, le onde hanno superato i 3 metri. Nel Salernitano, un albero caduto sulla linea elettrica ha provocato ritardi sulla linea ferroviaria Napoli-Battipaglia tra Salerno e Pontecagnano, con circolazione dei treni sospesa alle 2.45 alle 7.10 di stamani, quando e’ stato reso percorribile il binario in direzione Sud; attivati servizi sostitutivi con autobus, e previsto da Rfi, i cui tecnici sono al lavoro da ore, il ripristino totale della circolazione in mattinata. Centinaia le chiamate ai vigili del fuoco e intensa l’attivita’ della protezione civile regionale da questa notte. Sotto monitoraggio della Sala operativa della protezione civile campana il fiume Calore, di cui si attende una piena. A Napoli, in particolare, una voragine in viale Colli Aminei crea problemi alla viabilita’ della zona ospedaliera. Ma profonde buche, cedimenti struttuali e piccoli smottamenti hanno interessato tutto il Napoletano, persino con casi di famiglie che hanno temporaneamente abbandonato edifici come nel quartiere partenopeo della Sanita’ questa notte. Critica in particolare la situazioen nella zona cittadina di Agnano e nel territorio confinante del comune di Pozzuoli.