Maltempo in Emilia Romagna, famiglie evacuate a Reggio per frane e allagamenti [FOTO]

/
MeteoWeb

201502250270201122802Una frana a Vezzano con una famiglia allontanata e tre case evacuate a San Bartolomeo, oltre ad allagamenti di terreni e abitazioni a Santa Vittoria di Gualtieri. E’ al momento questo il bilancio dell’ultima ondata di maltempo che in queste ore, con le intense precipitazioni (nevose in montagna), sta provocando danni e disagi in provincia di Reggio. Per il Consorzio di bonifica dell’Emilia centrale le piogge di ieri e della notte hanno raggiunto infatti i 40 millimetri, provocando allagamenti diffusi in diverse zone della citta’ e della provincia. In dettaglio, la responsabile della Protezione civile della Provincia di Reggio Emilia, Federica Manenti riferisce che il fiume Enza ha raggiunto il livello di pre-allarme, rimanendo comunque sotto quello di allarme che avrebbe comportato la chiusura al transito del ponte di Sorbolo, mentre il torrente Crostolo a Santa Vittoria di Gualtieri ha invece raggiunto la soglia di allarme inondando terreni e un paio di abitazioni.

201502250270201122801Gravosa anche la situazione a Reggio Emilia, con diversi interventi di vigili del fuoco e volontariato di Protezione civile in particolare in via Giovanardi a San Bartolomeo dove si e’ dovuti intervenire con un escavatore e sacchetti di sabbia a protezione di tre abitazioni minacciate da canali e precauzionalmente evacuate. Allagamenti diffusi anche sulla provinciale tra Barco di Bibbiano e Montecchio, a Campegine e Poviglio. Sempre sul fronte dei fiumi per controllare i livelli nel cavo Parmigiana Moglia che ha oltrepassato al Bondanello la quota di 19.60 metri, questa mattina sono state aperte le casse di espansione di Novellara e contestualmente anche la cassa sul Cavo Tresinaro a Rio Saliceto. La Protezione civile regionale ha attivato dalle 14 lo stato di preallarme connesso alla manovra di invaso delle casse di espansione del cavo Parmigiana Moglia a Novellara. “L’eventuale fase successiva, che consiste nell’allagamento controllato delle aree preventivamente individuate, cominciando da quelle adiacenti ai bacini del cavo Parmigiana Moglia, sara’ comunicata con un anticipo di almeno 24 ore”. Il preallarme riguarda i Comuni di Boretto, Brescello, Campagnola, Fabbrico, Gualtieri, Guastalla, Novellara, Reggiolo, Rio Saliceto e Rolo e, nel modenese, Novi, Carpi, Soliera e Concordia. Le intense piogge, oltre ad aggravare frane gia’ attivatesi con la nevicata come quelle di La Vecchia e di Monte Lusino, hanno poi provocato altri smottamenti sempre a Vezzano e a Baiso. Proprio nel centro di Vezzano, in via Roma Sud, e’ stata precauzionalmente evacuata un’abitazione interessata da frana, mentre sulla strada provinciale Baiso-Roteglia, nei pressi di Baiso, si e’ verificato uno smottamento della scarpata di valle che ha costretto la Provincia ad adottare il senso unico alternato regolato a vista con limitazione della velocita’ a 30 chilometri all’ora. Hanno rischiato l’evacuazione anche tre nuclei familiari a Castellarano minacciati dalla frana di Ca’ Telani, attivatasi nella primavera dello scorso anno. “In pratica, attraverso la Protezione civile e in stretto contatto con Vigili del fuoco, Forze dell’ordine e Consorzio di bonifica, si e’ mantenuto quel presidio attivato in seguito alla nevicata del 5 e 6 febbraio, a conferma di come, purtroppo, nel nostro territorio a causa di questi eventi meteorologici sempre piu’ estremi si debba affrontare una emergenza continua”, sottolinea il presidente della Provincia di Reggio, Giammaria Manghi.