Maltempo Sicilia: fiumi esondati e frane, viabilità nel caos

MeteoWeb

Continua a piovere a Catania, mentre sull’Etna prosegue la nevicata che ieri ha isolato per parte della giornata il Rifugio Sapienza

maltempo sicilia (5)Il maltempo che ha portato da ieri piogge molto abbondanti su tutta la Sicilia continua oggi a complicare la viabilita’ nell’intera Isola. Rimane difficile la situazione nel Palermitano dove per l’esondazione del fiume Salso e’ stata chiusa la stale 290 tra Resuttano e Alimena. Nella stessa zona e’ stata chiusa per frana la provinciale 19. Interrotta la provinciale 54 che da Petralia porta alla stazione sciistica di Piano battaglia: e’ stata chiusa per smottamenti. Analoghi cedimenti, ma senza conseguenze sul traffico, anche nel Nisseno, dove le arterie statali e provinciali sono comunque percorribili, con alcuni restringimenti. Continua a piovere a Catania, mentre sull’Etna prosegue la nevicata che ieri ha isolato per parte della giornata il Rifugio Sapienza. La provinciale che porta in quota sul vulcano e’ stata riaperta e a tratti e’ percorribile solo con catene. Non ci sono grossi problemi alla viabilita’ principale in provincia di Enna, dove le contrade di campagna isolate per frane, smottamenti e rotture di argini dei fiumi e torrenti sono numerose. La situazione piu’ difficile a Nicosia, dove l’esondazione del fiume Salso in contrada Pippo Pantano, ha travolto la strada di collegamento con diverse abitazioni ed aziende agricole isolate da sabato notte. Ieri e oggi gli interventi dei vigili del fuoco sono stati numerosissimi, soprattutto per alberi sradicati finiti su strade e in un caso a Enna Bassa su una vettura, mentre oggi l’emergenza si e’ spostata nell’area industriale della Valdittaino, dove al momento sono in funzione le idrovore dei vigili in un capannone industriale completamente allagato. Sono decine in tutta la provincia di Enna gli edifici abbandonati e fatiscenti, crollati a causa della pioggia incessante, come a Gagliano Castelferrato,, dove e’ stata chiusa una strada del centro storico per il cedimento di una vecchia abitazione. Secondo quando rende noto l’Anas, in provincia di Palermo si registrano disagi sulla statale 188/C, interrotta in piu’ punti: e’ chiusra per due frane, al chilometro 12, nel Comune di Corleone, con un varco per i soli mezzi di emergenza, e al chilometro 16, nel Comune di Campofiorito. Sulla stessa statale al chilometro 18,900, nel Comune di Corleone, per il cedimento del rilevato stradale in corrispondenza di un tombino in muratura, e’ istituito il senso unico alternato. La statale 118 e’ stata chiusa per detriti e massi caduti sulla carreggiagia al chilometro 118,800, nel Comune di Chiusa Sclafani, e tra i chilometri 126,700 e 127, nel Comune di Palazzo Adriano. Sulla stessa strada si circola a senso unico alternato al chilometro 106,700, nel Comune di Giuliana e al chilometro 108,700, nel Comune di Giuliana, cosi’ pure sulla statale 290 al chilometro 13, nel Comune di Alimena. Istituito il senso unico alternato, inoltre, sulla statale 640 dal chilometro 8 al chilometro 16, (itinerario Agrigento -Caltanissetta), per le colate di fango e per consentire gli interventi di pulizia del piano viabile in corso, e sulla statale 120 in provincia di Messina al chilometro 153, nel Comune di Cesaro’, a causa delcedimento del rilevato stradale e per consentire gli interventi di ripristino in corso.