Meteo Calabria: flop della neve a Cosenza e Catanzaro, record a Vibo, Reggio e Crotone [FOTO e DATI]

/
MeteoWeb

Il riepilogo dell’eccezionale ondata di gelo e neve di ieri in Calabria tra top e flop e le previsioni meteo per i prossimi giorni

ViboQuella di ieri in Calabria è stata una giornata di gelo storico. Le temperature minime sono crollate fino a -13°C in Sila, fino a -9°C a Campotenese lungo l’A3 sul Pollino e fino a -8°C a Gambarie d’Aspromonte nel reggino dove sono caduti 80cm di neve fresca in meno di 24 ore, ma ha fatto freddissimo in tutta la Regione con appena +3°C persino sulle coste di Crotone e Reggio Calabria, dove le spiagge si sono imbiancate, e +1°C a Cosenza e Catanzaro, dov’è arrivato soltanto qualche fiocco ma l’attesa neve è stato un flop.

Palmi02Eccezionali, invece, le nevicate nel basso Tirreno tra vibonese e reggino con addirittura 20cm di accumulo a Vibo Valentia, dove la temperatura è crollata a -2°C, e nella piana di Palmi e Gioia Tauro, dove a memoria d’uomo non aveva mai nevicato così tanto. Grande gelo anche sulle Serre, con -6°C a Serra San Bruno, e sulla Costa Viola con +1°C a Scilla e Bagnara sul litorale reggino. Tutte temperature a cui va aggiunta l’entità dell’impetuoso vento di tramontana, che ha soffiato tutto il giorno violentissimo con raffiche da uragano fino a 110km/h, al punto che il wind-chill (raffreddamento da vento) ha portato la temperatura percepita dal corpo umano fino a -10°C sulle coste e -25°C in montagna.

Top e flop della neve

Palmi01La neve è caduta copiosa su tutte le zone interne della Regione: Pollino, Sila, Serre e Aspromonte sono sommerse da una coltre bianca molto alta, ma ieri si sono imbiancate anche spiagge e pianure da Crotone a Reggio Calabria e in modo particolare nel vibonese e nella piana di Gioia Tauro e Palmi. Dove, invece, la neve non ha mantenuto le attese, è stato a Cosenza e Catanzaro. Per quanto riguarda Cosenza, sembra ormai una “maledizione”: la seconda eccezionale irruzione di gelo della stagione dopo quella di 31 dicembre e Capodanno, il secondo “flop” bianco per il capoluogo bruzio che anche stavolta è stato saltato dalla nevicata come se fosse una beffa. Era già successo, appunto, 40 giorni fa. Dopotutto Cosenza ha un microclima molto particolare: lo scriviamo sempre e non smetteremo mai di ribadirlo. La città sorge nella Valle del Crati, incastonata tra la Sila e la Catena Costiera, sfugge dalle logiche principali della meteorologia e della climatologia lineare. E’ molto più facile prevedere che tempo fa in una località di pianura, in una località di montagna o di collina esposta ad un determinato versante, persino per Reggio nel burrascoso Stretto, basti ricordare la nevicata del 28 gennaio a Cosenza, due settimane fa, sorprendente contro ogni previsione.

cosenza02A Cosenza quest’anno sta nevicando quando non è prevista, e non nevica mai quando viene prevista e quando nevica ovunque altrove. E’ tutto il fascino e la bellezza della scienza meteorologica, che non è una scienza esatta (altrimenti non si chiamerebbero “previsioni”). A Catanzaro, invece, la lettura di quanto accaduto è molto più semplice: sono mancate le precipitazioni in concomitanza con il freddo, a causa delle forti correnti di tramontana che hanno tenuto il capoluogo calabrese sottovento per la presenza imponente della Sila alle sue spalle. Ma sia a Cosenza che a Catanzaro la neve avrà modo di “rifarsi”, forse già in questa stagione. Cosenza, infatti, è la città più nevosa del Sud Italia e con la neve ha un rapporto molto intimo e cordiale. A Catanzaro invece è più rara ma grazie alla sua altitudine non mancano le occasioni per vederla in modo abbastanza frequente. Sicuramente nei prossimi giorni non nevicherà, anche se continuerà a far freddo ma senza i picchi estremi delle scorse ore. Le Previsioni Meteo per i prossimi giorni sono comunque tipicamente invernali, e la stagione è ancora lunga e ricca di sorprese…
Per seguire la situazione in diretta consigliamo le pagine del nowcasting di MeteoWeb: