Mini-Shuttle Ixv, Roberto Vittori: “apre la via al trasporto del futuro”

MeteoWeb
LaPresse/Marco Cantile
LaPresse/Marco Cantile

“Oggi l’Europa ha dimostrato un rientro atmosferico in grado di aprire la strada al trasporto di nuova generazione: aeroplani o spazioplani in grado di volare a quote e velocita’ superiori, che cambieranno il concetto dello spazio sulla Terra”. Cosi’ l’astronauta Roberto Vittori, tre missioni alle spalle, ha commentato la riuscita missione del lancio del IXV, il veicolo spaziale sperimentale dimostratore di rientro atmosferico. “Gia’ oggi – ha sottolineato Vittori – gli astronauti fanno un giro della Terra in 90 minuti, il problema e’ come rientrare in sicurezza. Se avessimo potuto vedere il rientro del velivolo, avremmo visto le stesse fiamme che si sviluppano alla partenza, con la temperatura esterna che raggiunge 1.500 gradi e la necessita’ di decelerare da una velocita’ di 7,5 chilometri al secondo. Il rientro atmosferico – ha concluso – e’ un momento traumatico per il velivolo e per chi si trova all’interno, e’ uno degli anelli piu’ delicati e meno compresi delle missioni spaziali”.