Allerta Meteo, burrasca e neve a bassa quota: MAPPE e previsioni dell’aeronautica militare

/
MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia fino a domenica 15 febbraio

3Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: il flusso di aria fredda ed instabile che sta interessando le regioni meridionali e parte di quelle centrali adriatiche si va attenuando mentre sul resto del paese si consolida un campo di alta pressione in graduale espansione su tutto mediterraneo centrale.  Tempo previsto fino alle 7 di domani. Nord: cielo in prevalenza sereno tranne qualche addensamento isolato sui settori alpini di confine ed il transito di velature su Lombardia e Triveneto. Nottetempo formazione di isolate foschie o nebbie in banchi sulla Pianura Padana. Centro e Sardegna: cielo in prevalenza sereno o al piu’ poco nuvoloso su Sardegna occidentale, Toscana, Umbria occidentale e Lazio centro settentrionale; addensamenti sparsi in attenuazione sui settori orientali di Sardegna e Umbria ma con scarsa probabilita’ di precipitazioni mentre sulle aree interne del basso Lazio e delle Marche possibili brevi nevicate a quote collinari in miglioramento; molto nuvoloso sull’Abruzzo con neve da sparsa a diffusa anche in pianura e con tendenza a miglioramento dalla serata-nottata. Sud e Sicilia: molto nuvoloso con precipitazioni sparse che sui versanti adriatici assumeranno carattere nevoso fin sul livello del mare mentre su Campania meridionale, Basilicata, Sicilia e Calabria la neve interessera’ prevalentemente le aree collinari con solo qualche sporadica comparsa a quote piu’ basse. In serata si assistera’ ad una parziale attenuazione di nubi e fenomeni. Temperature: minime in diminuzione su Sicilia e Calabria meridionale; stazionarie sulla Pianura Padano veneta e sul Salento; in aumento sul resto del paese. Venti: deboli settentrionali su aree alpine e triveneto con locali rinforzi; deboli occidentali sulle resto del settentrione; moderati settentrionali sulle regioni centrali con residui rinforzi su Lazio e Abruzzo ma in decisa attenuazione; forti settentrionali al sud con rinforzi di burrasca-burrasca forte specie sui settori adriatici e sulla Sicilia in graduale attenuazione. Mari: molto agitati i bacini meridionali fino a grosso lo Jonio; agitati il Tirreno centrale ed il medio Adriatico; da mossi a molto mossi il mar di sardegna, il Mar Ligure, l’alto Adriatico e Tirreno settentrionale, tutti con moto ondoso in rapida attenuazione ad iniziare dai bacini settentrionali.

7Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani. Nordtempo stabile e soleggiato su tutto il settentrione, pur con foschie e locali banchi di nebbia congelantesi sulla Pianura Padana centro-orientale al primo mattino e nella serata; in serata passaggio di velature sulla Liguria. Centro e Sardegna: ancora nubi irregolari sulla Sardegna, specie settore occidentale dell’isola, ma con scarsa o nulla probabilita’ di precipitazioni. Cielo sereno per l’intera giornata su Toscana, Marche settentrionali, Umbria e Lazio, salvo nuvolosita’ a tratti piu’ abbondante e locali brevi nevicate sul settore del Lazio al confine con l’Abruzzo. Nubi ancora diffuse e compatte sulle Marche meridionali e sull’Abruzzo, con neve debole ma persistente sull’entroterra e possibili brevi nevicate in arrivo anche lungo le coste nella prima parte della giornata. Sud e Sicilia: persistono nubi piuttosto diffuse al sud, sebbene con qualche schiarita a tratti piu’ ampia in particolare sulle regioni tirreniche. Persiste anche una probabilita’ elevata di neve a bassa quota, ovvero fin sul livello del mare, specie per il Molise, Campania meridionale e Sicilia settentrionale, dove gli accumuli nell’entroterra potranno risultare piu’ abbondanti. Decisamente piu’ bassa invece la probabilita’ di precipitazioni per il resto del sud. Temperature: deciso aumento sia delle minime che delle massime al centro-nord; piu’ graduale e riferito per lo piu’ alla seconda parte della giornata il riscaldamento al sud. Venti: tramontana sostenuta su Lazio, Abruzzo e regioni meridionali, Sicilia compresa, con rinforzi di burrasca o burrasca forte sulla Puglia meridionale e sulla Calabria jonica, in serata attenuazione della ventilazione a cominciare dalle regioni tirreniche; maestrale moderato sulla Sardegna fino al primo pomeriggio, in attenuazione dalla sera; deboli variabili infine i venti sul resto del paese. Mari: molto agitati il canale d’Otranto, lo Jonio al largo e il basso tirreno, con mareggiate sulle coste della Sicilia settentrionale, della Puglia salentina versante adriatico e del crotonese, moto ondoso in calo durante la seconda parte della giornata; molto mossi o agitati il medio e basso Adriatico; molto mosso il medio Tirreno, ma con moto ondoso piu’ attenuato sottocosta; da poco mosso a mosso il mar di Sardegna; generalmente poco mossi l’alto Tirreno, il Mar Ligure e l’alto Adriatico con moto ondoso in calo dalla serata.

11Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. MERCOLEDI’ 11 FEBBRAIO Nord: cielo sereno o poco nuvoloso con banchi di nebbia all’alba e dopo il tramonto lungo le zone pianeggianti, sulle regioni di nord-ovest le nebbie risulteranno congelantesi. Centro e Sardegna: sulla Sardegna un po di nebbia al mattino lungo il settore occidentale, con inizialmente cielo prevalentemente sereno, ma con nuvolosita’ in aumento dalla tarda mattinata senza pero’, fenomeni associati; sereno sulle regioni tirreniche, con qualche foschia lungo le zone pianeggianti all’alba e dopo il tramonto; cielo poco o parzialmente nuvoloso sulle regioni adriatiche con deboli possibililita’ di fenomeni in particolare sull’Abruzzo, in serata foschie dense e banchi di nebbia sulle pianure. Sud e Sicilia: irregolarmente nuvoloso sulle regioni joniche e sulla Sicilia al mattino con piogge sparse che nel pomeriggio saranno presenti sulla Calabria Jonica e sulla Puglia centro-meridionale; poco o parzialmente nuvoloso sulle rimanenti regioni. Temperature: minime in leggero calo sulle regioni di nord-ovest e sull’Appennino tosco-emiliano, stazionarie sulla Sardegna e al nord, in leggero aumento sulle rimanenti regioni; massime in leggero calo sulle regioni di nord-ovest e sull’appennino tosco-emiliano, stazionarie sulle regioni adriatiche, in aumento sulle rimanenti regioni. Venti: deboli settentrionali al centro e lungo il versante occidentale della Sardegna; moderati di grecale sulle regioni Joniche e del basso Adriatico; deboli variabili al nord. Mari: molto mosso lo jonio con moto ondoso o in diminuzione dal pomeriggio; mossi i rimanenti mari ma con moto ondoso in diminuzione a cominciare dai bacini settentrionali.

13GIOVEDI’ 12: variabilita’ sulla Sicilia e sulla Calabria, specie settori orientali, dove persistera’ il rischio di locali precipitazioni; tempo stabile sul resto del paese, ma con nebbie e foschie anche diffuse nelle valli e sulle pianure. Temperature ancora in aumento, specie lungo le regioni tirreniche e sulla Sardegna. Venti che tornano a essere meridionali generalmente deboli sulle regioni tirreniche e che restano deboli variabili sul resto del paese. Mossi i bacini centro-occidentali con moto ondoso in aumento i mari intorno alla Sardegna, poco mossi gli altri mari. VENERDI’ 13: nuvolosita’ diffusa con precipitazioni sparse sulla sardegna; dal primo pomeriggio aumento della copertura nuvolosa sulle regioni di nord-ovest con piogge in serata ed estensione delle precipitazioni durante la notte alle regioni tirreniche. Poco o parzialmente nuvoloso sulle rimanenti regioni ma con nubi in aumento sui settori nord-orientali in serata senza fenomeni significativi. Venti deboli di scirocco sulle regioni adriatiche e quelle tirreniche, libeccio moderato sulla Sardegna, deboli settentrionali sul resto del paese. Mari mossi intorno alla Sardegna, poco mossi i rimanenti bacini intorno al paese. SABATO 14DOMENICA 15: sabato instabilita’ sulle regioni tirreniche e su quelle settentrionali con piogge diffuse sui settori di nord-ovest, sulla Toscana, sulla Sardegna occidentale e la Sicilia; nubi in aumento anche sul resto del nord e sulle regioni adriatiche centro settentrionali ma con fenomeni piu’ attenuati; ventilazione meridionale piu’ intensa sulle regioni del medio-alto Tirreno e sulla Liguria, rotazione del vento da maestrale sulla Sardegna dal pomeriggio. Mari mossi localmente molto mossi i bacini settentrionali, poco mossi localmente mossi i rimanenti bacini intorno alla penisola. Domenica instabile al nord e sulle regioni tirreniche, piu’ stabile sulle adriatiche centro-meridionali.