Previsioni Meteo Weekend: residua instabilità al Sud, torna un po’ di sole al Centro/Nord

MeteoWeb

Le Previsioni Meteo per il weekend: sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo 2015

D2uLa stagione primaverile incombe sul vecchio continente, ma lo scenario meteorologico rimane impostato attorno un flusso perturbato principale che presenta periodiche accelerazioni fra nord Atlantico ed Europa. Attualmente il ramo principale del “getto polare” che entra in Europa presenta un “delta” in corrispondenza dell’Olanda e della Germania nord-occidentale, con un campo di “diffluenza” piuttosto marcato. Il ramo più meridionale che fuoriesce da questo “delta” si dirige verso sud, andando ad alimentare una depressione presente all’altezza dell’Europa centrale, legata al vecchio “CUT-OFF” in fase di colmamento sullo Ionio.

CNMC_MET_201502271515_ITALIA_CP0H0H09_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@Nella giornata di domani il flusso perturbato principale che scorre fra Atlantico settentrionale ed Europa centro-occidentale tenderà ad abbassarsi ulteriormente di latitudine, presentando un “Jet Streak” sopra le Isole Britanniche, mentre da ovest incalza un robusto promontorio anticiclonico dinamico oceanico, il quale venendo stirato lungo i paralleli dalla nuova intensificazione del “getto polare” si distenderà con i propri elementi verso la Spagna e il bacino centro-occidentale del Mediterraneo. Questa progressione verso levante del promontorio anticiclonico dinamico determinerà, a sua volta, una rapida traslazione del vecchio “CUT-OFF”, da giorni presente sul Canale di Sicilia, in direzione del mar Egeo, mentre una modesta “Upper Level Low” si collocherà sui mari meridionali, apportando residue condizioni di instabilità, soprattutto fra Calabria, Sicilia, Basilicata meridionale e Salento, dove si potranno avere residue piogge e qualche rovescio, maggiormente probabile sulla Puglia meridionale.

PALERMO oggi (1)Un po’ di variabilità di tipo negativo, con annuvolamenti, a tratti compatti, inframezzati a schiarite e spazi soleggiati, si vedrà sulla Sardegna, dove saranno possibili delle brevi precipitazioni sparse. Sul resto delle regioni meridionali e centrali l’influenza di questa “Upper Level Low” non dovrebbe avere effetti significativi in termini di precipitazioni. Sulle regioni settentrionali, invece, l’aumento dei valori di geopotenziale in quota riuscirà a stabilizzare la colonna d’aria, garantendo sostanziali condizioni di stabilità, con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Solo in prossimità delle Alpi e lungo tutto la fascia prealpina nel corso della giornata di domani si assisterà ad un temporaneo aumento della nuvolosità con possibili associate deboli precipitazioni a prevalente carattere nevoso lungo le aree di confine con la Svizzera.

CNMC_LAM_201502271730_ITALIA_IRLI@@@@_@@@@@@@@@@@@_@@@_000_@@@@Nella giornata di domenica, grazie all’espansione verso levante del promontorio anticiclonico dinamico, l’aumento dei valori di geopotenziale regalerà sostanziali condizioni di tempo stabile e soleggiato su gran parte delle nostre regioni, con cieli in larga parte poco nuvolosi o al più parzialmente nuvolosi. La presenza di questa figura di alta pressione, estesa dal vicino Atlantico al Mediterraneo centro-occidentale, peraltro ostacolerà l’ingresso sul “mare Nostrum” dei vari sistemi frontali in transito dall’Atlantico settentrionale all’Europa centrale. Solo le Alpi e le regioni settentrionali potranno essere interessate molto marginalmente dal transito di questi sistemi frontali che determineranno un temporaneo aumento della nuvolosità, in particolare sulle regioni di nord-ovest, ma senza avere precipitazioni degne di nota, a parte qualche breve debole nevicate sulle Alpi di confine.

palermo02PREVISIONI

SABATO 28 FEBBRAIO 2015

Al mattino è atteso un aumento della copertura nuvolosa sulle Alpi e lungo tutto la fascia prealpina, dove non si possono escludere brevi e deboli nevicate. Sulle regioni settentrionali prevarranno condizioni di stabilità, con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi, salvo il passaggio di temporanee velature (nubi cirriformi) in quota. Un po’ di variabilità di tipo negativo, con annuvolamenti a tratti compatti inframezzati a schiarite e spazi soleggiati, si vedrà sulla Sardegna, dove saranno possibili delle brevi precipitazioni sparse. Cieli in prevalenza parzialmente nuvolosi sulle regioni centrali, con larghi squarci soleggiati. Ancora instabilità sulle regioni meridionali con nubi irregolari e residue condizioni di instabilità, soprattutto fra Calabria, Sicilia, Basilicata meridionale e Salento, dove si potranno avere residue piogge e qualche rovescio, maggiormente probabile sulla Puglia meridionale.

Nel pomeriggio residue piogge saranno ancora possibili tra fra Calabria, Sicilia, Basilicata meridionale e Salento. Persiste la variabilità sulla Sardegna con annuvolamenti a tratti compatti alternati a schiarite e spazi soleggiati. Tempo in deciso miglioramento sulle rimanenti regioni, con larghi spazi di cielo sereno.

eurDOMENICA 1 MARZO 2015

Al mattino ancora ampi spazi soleggiati sulle regioni settentrionali, ma con tendenza dalla tarda mattinata ad un temporaneo aumento della nuvolosità, in particolare sulle regioni di nord-ovest. Prevalenza di ampi spazi soleggiati sulle rimanenti regioni, ma con tendenza ad aumento della nuvolosità a partire dalla Sardegna, Liguria e Toscana. Tempo in deciso miglioramento pure sulle rimanenti regioni. Solo fra Calabria, Sicilia, Basilicata meridionale e Salento persisterà ancora un po’ d’instabilità, con cieli nuvolosi o parzialmente nuvolosi che potranno dare la stura a residue precipitazioni.

Nel pomeriggio è previsto un aumento della nuvolosità fra le regioni di nord-ovest, la Sardegna, Liguria, Toscana e Lazio, con cieli generalmente parzialmente nuvolosi o nuvolosi. Entro sera non sono escluse locali deboli piogge sull’alta Toscana. Ancora prevalenza di cieli poco nuvolosi o parzialmente nuvolosi sulle rimanenti regioni. Ampie schiarite sono attese sulla Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia.

ciclone 26 febbraioTEMPERATURE

Sono attese in aumento nei valori massimi, in particolare a partire dalla giornata di domenica.

VENTI

Domani si disporranno dai quadranti settentrionali spirando generalmente deboli o al più moderati fra basso Tirreno, basso Adriatico, Canale d’Otranto e Ionio. Domenica i venti tenderanno a disporsi dal quadrante occidentale, soffiando da moderati a tesi, soprattutto fra mar di Corsica, mar di Sardegna e mar Ligure.

MARI

Si manterranno da poco mossi a mossi, con moto ondoso in ulteriore aumento fra mar di Corsica, mar di Sardegna e mar Ligure nel corso della giornata di domenica.