“Quando sono in letargo si adattano alla temperatura”: ecco come a Yellowstone il troppo caldo ha fatto fa svegliare gli orsi in anticipo

MeteoWeb

yellowstone grizzlyGli animali che vanno in letargo “si adattano all’ambiente esterno, sia alla zona sia alla temperatura. Dunque, se l’orso di Yellowstone si e’ risvegliato prima del tempo ed e’ uscito dalla tana cercando cibo vuol dire che la temperatura mite si e’ protratta e l’orso ha riacquistato prima del tempo le proprie attivita'”. Lo spiega lo zoologo Giovanni Amori, primo ricercatore del Cnr, confermando quindi che il risveglio prima del tempo dei grizzly e’ da legare ad una stagione primaverile anticipata. “Le regole del letargo valgono per varie specie di animali, mammiferi, rettili, insetti che si adattano a condizioni di freddo intenso: si abbassa la temperatura corporea, rallentano le attivita’ vitali, cioe’ battito cardiaco, respirazione, metabolismo – ricorda il ricercatore – C’e’, in sostanza, un risparmio energetico” da parte dell’animale “che ha fatto provvista di grasso durante il periodo piu’ caldo” tanto da non aver bisogno di bere ne’ di cibo. Se durante il periodo di ‘quiescenza’ ci sono giornate piu’ calde “le femmine degli orsi, ma vale ad esempio anche per i rettili, si svegliano e allattano i cuccioli. Un periodo piu’ breve di letargo non crea problemi – osserva lo zoologo – ma fa riprendere prima le capacita’; al contrario, se l’inverno e’ estremamente lungo il letargo si prolunga facendo esaurire le riserve per cui alcuni animali possono anche morire”.