Ricerca: scoperto l’interruttore per cadere nel sonno profondo

MeteoWeb

Quella del sonno profondo è una fase fondamentale in cui il cervello si riprende dalle fatiche del giorno appena trascorso e si riorganizza

SONNO E STRESS - CopiaHai dormito poco e vuoi recuperare il prima possibile? Un giorno per farlo sara’ sufficiente attivare a comando i neuroni giusti – magari tramite un farmaco mirato – per cadere immediatamente in un sonno profondo e rigenerante e ripartire in fretta e con grinta. Si tratta, secondo quanto dimostrato in una ricerca sulla rivista Nature Neuroscience, dei cosiddetti neuroni dell”ipotalamo preottico’. Scienziati dell’Imperial College di Londra tra cui anche gli italiani Valentina Ferretti ed Alessandro Moro, hanno infatti mostrato che nei topolini e’ possibile indurre in un attimo il sonno profondo, semplicemente attivando tali neuroni. Quello profondo e’ una fase fondamentale del sonno in cui il cervello si riprende dalle fatiche del giorno appena trascorso e si riorganizza. Se ‘saltiamo’ la fase del sonno profondo non riusciamo a sentirci riposati al mattino. Gli esperti hanno dimostrato che il sonno profondo si puo’ indurre a comando attivando proprio i neuroni di questa area. Questi, una volta accesi, ‘spengono il resto del cervello per garantirgli il riposo necessario. Gli esperti hanno prodotto l’addormentamento profondo immediato con dei sedativi oggi in uso per piccoli interventi chirurgici, di cui finora restava ignoto il vero meccanismo d’azione. La tecnica potrebbe aprire nuovi orizzonti di cura per l’insonnia e piu’ in generale per la carenza cronica di sonno oggi sempre piu’ diffusa.