San Valentino, guerra ai preservativi: “non condomizzeremo la società, sesso solo dopo il matrimonio”

MeteoWeb

preservativiNo alla condomizzazione della società“. A gridarlo forte e chiaro è il Consiglio degli Ulema indonesiani, la massima autorità religiosa del paese asiatico, che ha chiesto al governo di mettere un freno alla vendita di preservativi perché “incoraggerebbero il sesso al di fuori del matrimonio“. A scatenare la rivolta degli ulema sono stati degli articoli pubblicati dalla stampa locale che sottolineano come per San Valentino in Indonesia sia esplosa la moda di vendere i profilattici nelle stesse confezioni delle barrette di cioccolato. “Il governo dovrebbe limitare la vendita dei preservativi solo alle coppie sposate – ha dichiarato il direttore del Consiglio, Ma’ruf Amein – Se vengono venduti liberamente al pubblico, la gente potrebbe usarli in modo sbagliato per fare sesso al di fuori del matrimonio“. Gli appelli degli ulema sono stati subito accolti dalle autorità della provincia di Java centrale. Secondo il giornale locale Republika, nel distretto di Karanganyar sono iniziate le ispezioni per controllare se effettivamente i negozi vendono scatole di cioccolatini insieme ai preservativi come regalo di San Valentino. Vietare la festa degli innamorati è il primo obiettivo di Amein, secondo cui San Valentino alimenta “la promiscuità e il consumo di alcol”. Per questo motivo – ha aggiunto – il Consiglio sta lavorando a una fatwa per impedirlo. “Ogni attività che potenzialmente può recare danno deve essere vietata”, ha commentato il religioso. Negli ultimi anni il governo indonesiano ha spesso promosso delle campagne per l’uso del condom per prevenire la diffusione dell’Hiv che regolarmente vengono contestate dai religiosi. Le fatwa e le dichiarazioni dei membri del Consiglio degli ulema non sono vincolanti e spesso vengono ignorati dalla popolazione.