Accadde oggi: nel 1969 il primo volo del Concorde

MeteoWeb

L’entrata in scena di questo velivolo rappresentò una vera e propria “rivoluzione culturale” nella percezione del volo da parte del grande pubblico

concordeIl 2 marzo 1969 è una data scritta a lettere indelebili negli annali dell’aviazione: è infatti in questo giorno che avvenne il volo di prova per il primo aereo supersonico destinato al trasporto civile dei passeggeri, il franco-inglese Concorde. L’entrata in scena di questo velivolo rappresentò oltre che una sensazionale novità a livello tecnico anche una vera e propria “rivoluzione culturale” nella percezione del volo da parte del grande pubblico. Il Concorde infatti davvero “rimpicciolì il pianeta” riuscendo a volare da Londra a New York in tre ore e mezza. Basti pensare che la velocità era superiore a quella del terminatore solare, quindi nei voli verso occidente il Concorde sopravanzava la rotazione terrestre. Era possibile quindi giungere ad una destinazione dove l’ora locale era antecedente all’ora locale del luogo della partenza. In alcuni voli transatlantici da Londra o Parigi poteva accadere di decollare al tramonto e atterrare negli Stati Uniti in pieno giorno. Questa particolarità venne sfruttata nelle pubblicità della British Airways, che utilizzavano lo slogan “Arrivare prima di partire”. Il Concorde cessò di essere operativo nel 2003, sull’ondata emotiva dell’unico, ma tragico, incidente del 25 luglio del 2000 che costò la vita a 113 persone, anche se certamente influirono ancor di più gli elevatissimi costi gestionali, improponibili soprattutto tenendo conto che se i motori del Concorde erano efficienti alle alte velocità, solo per il rullaggio sulla pista consumavano invece circa 2 tonnellate di carburante, e nel complesso ogni volo consumava più del triplo di quanto avrebbe consumato un Boeing sulla stessa rotta.