Ambiente: ad Amsterdam la piattaforma anti-inquinamento di Taranto

MeteoWeb

Per mettere a punto la piattaforma, che può essere utilizzata in mare, ma anche lungo fiumi, coste e laghi, sono stati impiegati tre anni

DIOSSINA TARANTO - CopiaViene presentata per la prima volta da oggi al 26 marzo alla “Interspill” di Amsterdam la nuova piattaforma informatizzata per gestire le operazioni anti-inquinamento nel porto di Taranto. Si chiama “Mlv” ed e’ realizzata dall’azienda Cle di Bari. “Mlv” e’ una piattaforma in grado di pianificare, controllare e coordinare in tempo reale tutte le attivita’ svolte nella prevenzione e nel pronto intervento ogni volta che si verificano incidenti ambientali in mare. Coordinare in modo efficiente mezzi (rimorchiatori, barche di appoggio, macchine a terra), personale specializzato, strutture logistiche di supporto (magazzini) e materiali (prodotti chimici disperdenti, barriere e skimmer per l’aspirazione degli inquinanti in mare). Il tutto in collegamento con Guardia Costiera, Protezione civile e ministero dell’Ambiente. La piattaforma per il contrasto all’inquinamento del mare causato da incidenti integra una vasta strumentazione che va dalle telecamere ordinarie a quelle a raggi infrarossi-ultravioletti, dalle stazioni meteo ai servizi di controllo del traffico marino. “Specificita’ della piattaforma – dice Mariarosaria Scherillo, amministratore unico di Cle, oltre 40 addetti, sede a Bari e filiale a Milano – e’ quella di ottimizzare e rendere tempestivi gli interventi, fornendo cosi’ uno strumento informativo indispensabile sia al controllo delle attivita’, che al coordinamento con le altre entita’ incaricate degli interventi”. Per mettere a punto la piattaforma, che puo’ essere utilizzata in mare, ma anche lungo fiumi, coste e laghi, Cle ha impiegato tre anni. Ora sono interessati all’innovazione circa 10 player mondiali del settore tra compagnie, Autorita’ portuali e societa’ che gestiscono i servizi antinquinamento in mare, in particolare di Australia, Brasile e Golfo Persico, soggetti ai quali la piattaforma viene presentata a partire da oggi ad Amsterdam. L’Ecotaras, societa’ che si occupa degli interventi anti-inquinamento nel porto di Taranto, utilizza gia’ la piattaforma realizzata da Cle. L’ad di Ecotaras, Francesco Argento, dichiara: “Avevamo gia’ una complessita’ di gestione di mezzi e uomini sia durante le fasi di intervento ordinario, sia nei casi critici, e con “Mlv” abbiamo ora raggiunto un standard organizzativo in grado di darci in qualunque momento la situazione delle condizioni di intervento oltre ad una costante valutazione delle risorse impiegate. Questo procura un notevole vantaggio in termini di ottimizzazione di tempi e costi”. L’appuntamento da oggi in corso ad Amsterdam, infine, e’ un un ciclo di conferenze internazionali sull’inquinamento in mare organizzato dalle principali organizzazioni europee di settore.