Ambiente: strade e tetti del futuro saranno “verdi” grazie agli alberi

MeteoWeb

La chiave sarà sostituire buona parte del bitume, un derivato del greggio, con la lignina proveniente dagli alberi

ambienteStrade e tetti del futuro potranno essere piu’ resistenti alle condizioni atmosferiche e soprattutto saranno piu’ rispettosi dell’ambiente grazie agli alberi. Ne e’ convinto un ricercatore di TNO, organizzazione no profit olandese, che ha presentato uno studio in occasione del summit della American Chemical Society. La chiave, spiega Ted Slaghek, scienziato senior presso TNO, sara’ sostituire buona parte del bitume, un derivato del greggio, con la lignina proveniente dagli alberi (e’ la parte del legno piu’ abbondante dopo la cellulosa) per ottenere la miscela con cui si producono asfalto e tetti isolanti. Il bitume si ottiene dalla raffinazione del greggio, spiega, ma le fluttuazioni del mercato del petrolio hanno reso piu’ difficile ottenere bitumi di alta qualita’, costringendo i produttori a cercare alternative. Senza contare, aggiunge, che “a lungo termine dobbiamo passare a prodotti rinnovabili che possiamo reperire ogni anno”. La lignina, sottolinea, e’ una risorsa rinnovabile che rappresenta circa un terzo del materiale secco degli alberi e ha in comune molte caratteristiche con le proprieta’ isolanti del bitume. E’ una risorsa abbondante, poco costosa, che tra l’altro si ottiene come prodotto di scarto durante il processo di fabbricazione della carta. In tutto il mondo, afferma, se ne producono circa 50 tonnellate all’anno come rifiuto, per la gran parte bruciato per produrre energia elettrica per le cartiere rilasciando numerose sostanze inquinanti nell’ambiente. Integrando a livello molecolare la lignina – che diventa quindi una sorta di additivo ‘verde’ del bitume -, sostiene Slaghek, la quantita’ di bitume necessaria per realizzare asfalto e tetti puo’ essere ridotta almeno della meta’. Il team guidato dal ricercatore olandese ha sviluppato una serie di miscele di questo tipo, adatti ad esempio ad asfalti in luoghi piu’ o meno caldi, e per dimostrarne la validita’ realizzera’ quest’anno un tratto di cento metri di pista ciclabile utilizzando una delle miscele a base di lignina.