Archeologia: sos per le mummie più antiche mondo

MeteoWeb

Sono in pericolo, minacciate dai cambiamenti climatici, e per salvarle sono stati chiamati a raccolta esperti da tutto il mondo

chinchorro-mummy-chileSos per le mummie piu’ antiche del mondo. Trovate in Sudamerica, risalgono al 5050 a.C., e sono duemila anni piu’ vecchie di quelle egizie. Ma ora sono in pericolo, minacciate dai cambiamenti climatici, e per salvarle sono stati chiamati a raccolta esperti da tutto il mondo. A raccontare la vicenda e’ l’universita’ di Harvard, che partecipa al salvataggio, come spiega la rivista Sciencedaily. A praticare la mummificazione era una popolazione di cacciatori e raccoglitori, chiamata Chinchorro, che viveva lungo le coste del Cile e Peru’. Mentre gli egizi riservavano queste tecniche solo ai faraoni e all’elite, questo popolo era molto piu’ ‘democratico’ e mummificava tutti i membri della comunita’, anche i feti abortiti. Dopo essere rimaste ben preservate per millenni, negli ultimi 10 anni molte delle mummie Chinchorro hanno iniziato a deteriorarsi velocemente. Per scoprirne la causa e fermare questo processo, gli esperti di conservazione cileni si sono rivolti a colleghi europei e nordamericani, tra cui quelli dell’universita’ di Harvard. Questi ultimi hanno scoperto che una delle cause dei danni alle mummie e’ l’aumento dell’umidita’ nella citta’ in cui sono conservate, Arica. Non tutte le mummie pero’ sono in un museo, molte vengono scoperte con scavi edilizi, rimanendo esposte agli agenti atmosferici e bisogna ancora trovare un modo per fermarne la decomposizione.