Centro/sud Italia spezzato da piogge e venti: due morti

MeteoWeb

Il centro-sud Italia spezzato dal maltempo

abruzzoPiogge abbondanti e forti venti stanno creando pesanti danni nei centri urbani, all’agricoltura e in alcune arterie della grande circolazione stradale. Causando anche la morte di due persone: nella provincia di Lucca, nel comune di Borgo a Mozzano, un uomo di 41 anni e’ rimasto ucciso da un masso che, staccatosi da una parete, ha schiacciato la vettura che stava guidando. A Urbino un albero abbattuto dalla potenti raffiche di vento ha ucciso una donna. Vibranti raffiche di vento anche su parte dell’arco dolomitico, con punte che arrivano fino a 130 chilometri orari. In Gardena, un albero ha colpito una cabinovia creando allarme tra i circa duecento sciatori che vengono tratti in salvo dall’elisoccorso. La pesante perturbazione ha imperversato per tutta la giornata soprattutto in Emilia Romagna, le Marche, l’Umbria, la Toscana, l’Abruzzo e il Lazio. Ed e’ proprio il Lazio, assieme alla Sardegna, che potrebbe subire ulteriori ripercussioni dell’ondata di maltempo nelle prossime ore. Per gran parte della giornata la capitale ha subito pesanti disagi per le piogge, con problemi soprattutto nel grande raccordo anulare. Abbondanti nevicate, anche a basse quote, si registrano nei settori montani dell’Abruzzo, dove macchine spazzaneve e spargisale sono incessantemente all’opera per ripristinare la situazione della viabilita’. Sofferenze si sono registrate anche su alcune arterie della rete ferroviaria, soprattutto in Toscana e Liguria. Il maltempo ha anche causato il rinvio dell’incontro previsto per oggi tra la conferenza delle Regioni e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Le condizioni meteo, spiegava una nota delle Regioni, “non permettono l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino del presidente della Conferenza delle Regioni” e “si e’ concordato con il Quirinale di rinviare e di aggiornare a nuova data”.