Ciclone Pam: “Una catastrofe per il popolo di Vanuatu”

MeteoWeb

Nell’arcipelago abitano 264.000 persone e almeno la metà della popolazione, fra cui oltre 50mila bambini, sono stati colpiti dalla catastrofe naturale

LaPresse/REUTERS
LaPresse/REUTERS

L’Unicef ha lanciato un appello urgente, anche via Twitter, per raccogliere fondi da destinare alle vittime del ciclone tropicale Pam, categoria 5, che ha devastato l’arcipelago del Sud del Pacifico.
“E’ chiaro che la violenza del superciclone Pam è stata drammaticamente superiore alle previsioni. Questa sarà senz’altro una catastrofe per il popolo di Vanuatu”, ha detto Alice Clements, responsabile Unicef per la Nuova Zelanda, secondo la quale servono 2 milioni di dollari per gli aiuti umanitari immediati ai bambini e alle famiglie colpite dal ciclone Pam.
Nell’arcipelago abitano 264.000 persone e almeno la metà della popolazione, fra cui oltre 50mila bambini, sono stati colpiti dalla catastrofe naturale.
Secondo informazioni non confermate ricevute dall’Onu, le vittime potrebbero essere 44 in una sola provincia dell’arcipelago, abitato complessivamente da 270.000 persone: “Le devastazioni sono molto estese. Ci sono detriti per le strade e fango, dovuti alle inondazioni”. In gran parte dell’arcipelago le comunicazioni sono interrotte, a causa delle piogge diluviane e dei forti venti, fino a 330 chilometri orari, che hanno investito le isole negli ultimi due giorni.