Eclissi solare del 20 marzo, l’esperto: “attesa oltre le attese, fenomeno rilevante”

MeteoWeb

ECLISSI SPECIALE 3Grande mobilitazione per l’attesa eclissi di Sole del 20 marzo: dalle decine di Sun Party organizzati sul territorio dall’Unione Astrofili Italiana (Uai), fino ai mini-satelliti Proba mobilitati dall’Agenzia Spaziale Europea (Esa) per seguire l’evento dallo spazio. “Sta crescendo altissima l’attesa per l’eclissi, oltre le attese” – ha spiegato in un’intervista all’ANSA Gianluca Masi, direttore del Planetario di Roma – anche se in Italia sara’ solo parziale sara’ comunque un eclissi ‘rilevante’, non ne vedremo di simili per molti anni“. Il ‘bacio’ tra Sole e Luna raggiungerà il suo picco alle 10,31 a Roma, pochi secondi dopo anche a Milano, ma durerà complessivamente oltre due ore, dalle 09:30 circa alle 11:40. Dal Nord Italia si potra’ vedere la Luna coprire piu’ del 70% del disco solare, dal Sud circa il 50%, mentre sara’ totale solo dalle remote isole Svalbard. Per godere appieno dello spettacolo sara’ necessario usare speciali filtri per evitare danni anche gravi agli occhi e anche per questo la Uai sta ultimando i preparativi per decine di Sun Party in tutta Italia, da Siracusa e Bari, fino a Reggio Calabria, Piombino, Genova e Pordenone. “Si tratta comunque di una lista in continuo aggiornamento e consultabile sul sito web della rete astrofili“, ha spiegato sempre all’ANSA Paolo Volpini dell’Uai. “Attenzione a guardare il Sole con metodi fai-da-te – avverte Volpinisoluzioni artigianali come i vetri affumicati o lastre radiografiche possono essere rischiosi“. Per garantire una piena sicurezza e’ opportuno usare filtri specifici, come le pellicole astrosolar, oppure farsi aiutare da astrofili competenti.