Eclissi solare: le FOTO da St. Austell in Cornovaglia

  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
  • Lapresse / PA
    Lapresse / PA
/
MeteoWeb

L’eclissi sarà totale in una zona – del tutto disabitata, ad eccezione delle Far Oer e delle Svalbard – attorno alla Groenlandia

Lapresse / PA
Lapresse / PA

Nel giorno dell’equinozio di primavera è iniziata anche sull’Italia l’eclissi solare, che sarà visibile con percentuali più alte al nord-ovest (65% circa alla latitudine di Torino e Milano) e minori al centro-sud (54% circa a Roma, 44% Palermo).
L’eclissi è iniziata intorno alle 9.20 e durerà più di due ore, terminando per le 11.50. Tra le 10.30 e le 10.40 è previsto il picco massimo dell’oscuramento sull’Italia (10.31 a Roma con il 53%, 10.32 a Milano 64%, 10.32 a Napoli 49%).
L’eclissi sarà totale in una zona – del tutto disabitata, ad eccezione delle Far Oer e delle Svalbard – attorno alla Groenlandia e gradualmente meno accentuata spostandosi verso Sud: si tratta della decima eclissi totale del XXI secolo e della prima del 2015, con una durata massima di 2 minuti e 47 secondi.
La prossima visibile in Italia sarà nel 2026.
Per osservare il fenomeno del “Sole nero” è importante utilizzare sempre le necessarie protezioni, occhiali e filtri adatti all’occasione.

Ecco le foto da da St. Austell in Cornovaglia