Guaranà: proprietà benefiche sull’organismo e controindicazioni della pianta nata dagli occhi degli Dei

MeteoWeb

GUARANA' 2Il guaranà, il cui nome botanico è “Paullinia cupana”, è una pianta rampicante, sempreverde appartenente alla famiglia delle Sapindaceae, proveniente dalla foresta amazzonica, dove cresce prevalentemente lungo i fiumi. Le sue origini risalgono ad un passato molto lontano: gli antichi abitanti dell’Amazzonia erano fermamente convinti, per via dell’aspetto molto particolare del suo seme, che il guaranà nascesse dagli occhi degli dei.

GUARANA' 4La leggenda narra che 2 giovani indigeni appartenenti a due tribù diverse finirono con l’innamorarsi perdutamente e, per coronare il loro sogno d’amore, fuggirono, imbattendosi in un anaconda che li strinse tra le sue spire. Fu allora che gli altri membri delle tribù, accorsi sul luogo, invocarono la dea della bellezza che, commossa dal sentimento dei due giovani, fece crescere una bellissima pianta che da allora regala agli uomini magnifici frutti che si schiudono esattamente come gli occhi neri della ragazza.

GUARANA'1Il guaranà ha molteplici proprietà benefiche sul nostro organismo: grazie alla guaranina, esercita un’azione stimolante proprio come il caffè, sebbene venga rilasciata nell’organismo più lentamente rispetto alla caffeina, dando risultati più efficienti e duraturi. Inoltre, riduce la fatica, calma la fame e supporta la perdita di peso; facilità l’attività intellettuale, funge da regolatore intestinale e può risultare benefico nei casi di stitichezza o di complicazioni intestinali come la diarrea, è un alleato degli sportivi grazie ai suoi estratti che migliorano la loro resistenza. Inoltre, è diuretico, pertanto favorisce la disintossicazione dell’organismo, è tonico per cui ideale nei casi di depressione, ansia, stanchezza e stress; febbrifugo, vasodilatatore, facilitando la circolazione sanguigna.

GUARANA'Il guaranà protegge il fegato, è un ottimo ricostituente, pertanto adatto nella convalescenza, nel recupero e nei processi post-operatori. Stando ad alcuni studi, aumenta il desiderio e la potenza sessuale. Può dar luogo, se assunto con dosaggi eccessivi o per periodi di tempo molto lunghi, a sovreccitazione, tremore, insonnia, irritabilità, tachicardia e, in alcuni casi, anche a nausea ed episodi di vomito. Non dovrebbe essere assunto in caso di ipertiroidismo, aritmie cardiache e cardiopatie in genere, ipertensione, ulcera peptica, gravidanza e al di sotto dei 10 anni d’età. Dove trovarlo? E’ disponibile nelle erboristerie sotto forma di polvere oppure in alcuni integratori alimentari già dosato e miscelato con altri elementi che ne migliorano e/o esaltano gli effetti.