Maltempo Lucca: a Stazzema si lavora per il ripristino della corrente

MeteoWeb

Permane l’assenza di rete per i telefoni mobili in tutto il territorio di Stazzema

CANDELORA PROV 4A Stazzema si lavora per ripristinare la corrente in tutte le 17 frazioni; allo stato attuale restano esclusi i paesi di Pruno e di Sant’Anna di Stazzema che ancora sono prive di corrente elettrica. Il Comune informa che provvedera’ in via transitoria con dei generatori di corrente nel piu’ breve tempo possibile, tenuto conto che molti paesi e localita’ di tutta la Versilia hanno una eguale necessita’ e che la disponibilita’ di generatori e’ limitata. A Farnocchia si e’ lavorato in tutta la giornata di ieri e alla fine si e’ riusciti a dare la corrente a tutte le case del Paese e conseguentemente a riattivare la pompe che garantiscono l’approvvigionamento idrico. A Sant’Anna di Stazzema ci si rifornisce dalla sorgente sottostrada e comunque, in mattinata e’ giunta la Protezione Civile del Comune di Stazzema a sincerarsi delle condizioni delle persone e a fornire acqua potabile. A fine mattinata e’ giunta una cisterna da 4.000 litri che e’ stata posizionata vicino alla piazza della Chiesa. Rimane ancora per meta’ non servita dall’elettricita’ il Paese di Arni nella frazione di Campagrina. Entro la serata si conta di provvedere al ripristino della corrente in tutte le abitazioni. Permane l’assenza di rete per i telefoni mobili in tutto il territorio di Stazzema, cosa che rende difficoltose le comunicazioni anche con le autorita’ oltre che con le ditte e le squadre di lavoro presenti sul territorio. Per emergenze e’ attivo il numero della Protezione Civile 0584770023 che risponde 24 ore su 24. “La nostra priorita’ e’ quella di ripristinare i servizi di corrente e acqua sull’intero territorio comunale”, commenta l’assessore alla Protezione Civile Egidio Pelagatti, “poi inizieremo le valutazioni del caso. L’assenza delle comunicazioni rende difficile il rapporto con il territorio, ma abbiamo la necessita’ di presidiare il Comune come centro di smistamento delle azioni da svolgere istante per istante proprio per avere i contatti con Enel, Gaia e tutti gli erogatori dei servizi pubblici. Stiamo cercando di presidiare con i mezzi di soccorso le frazioni piu’ isolate per evitare che la mancanza di comunicazioni diventi un motivo di rischio per l’incolumita’ dei cittadini”.