Maltempo Pistoia: “La situazione dei boschi nelle montagne è disastrosa”

MeteoWeb

Sussiste l’urgenza di tagli e ripuliture per ragioni di sicurezza e per salvare il turismo

pistoia ventoPer la tempesta di vento che si e’ abbattuta sulla Toscana il 5 marzo scorso, Nadia Bartoli, presidente dell’Associazione boscaioli pistoiesi, parla di interi boschi e abetaie abbattuti e sottolinea l’urgenza di tagli e ripuliture per ragioni di sicurezza e per salvare il turismo. Sandro Orlandini, presidente di Cia Pistoia, segnala i tanti olivi spezzati o sradicati nelle colline, colpo definitivo sugli olivicoltori dopo una stagione in cui la produzione era crollata dell’80%. “Anche la situazione dei boschi nella montagna pistoiese e’ disastrosa: che le istituzioni non se ne dimentichino – spiega -. Qui nel comune di Marliana, fra Casore del Monte e Femmina Morta, tanto per fare un esempio, c’e’ un’intera abetaia abbattuta, e tutto il bosco e’ in condizioni pietose. Molti anche i castagni distrutti e pure le querce”. La presidente dell’Associazione boscaioli pistoiesi lancia un grido d’allarme alle istituzioni preposte: “Diano la possibilita’ alle nostre aziende di tagliare e ripulire i boschi, spronando i proprietari privati di boschi a darsi da fare. Che si colga questa situazione drammatica come occasione per iniziare davvero una politica seria di gestione dei boschi. E bisogna fare in fretta, sia per ragioni di sicurezza che per salvare il turismo!”.