Maltempo Toscana: devastate serre, stalle e uliveti

MeteoWeb

La pioggia battente e il forte vento che sta spazzando soprattutto il Lucchese e le province di Pistoia e Massa e Carrara hanno causato danni

toscana vento shockNon accenna a placarsi l’ondata di maltempo che si e’ abbattuta nelle ultime 24 ore sull’Italia centrale, principalmente su Umbria, Lazio e Toscana. A preoccupare e’ soprattutto la situazione che si e’ venuta a creare in quest’ultima regione, dove le avverse condizioni metereologiche stanno mettendo in ginocchio moltissime aziende agricole. “La pioggia battente e il forte vento che sta spazzando soprattutto il Lucchese e le province di Pistoia e Massa e Carrara hanno causato danni gia’ quantificabili in milioni di euro a serre, stalle, uliveti, vivai e produzioni orticole”. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, spiegando che nei campi coltivati le piogge violente “stanno provocando allagamenti estesi che rischiano di portare i terreni all’asfissia e al conseguente blocco dell’attivita’ aziendale”. Intanto gli imprenditori agricoli “sono al lavoro per sgomberare le strade dagli alberi sradicati dal vento che rallentano inesorabilmente la logistica e la distribuzione dei prodotti, soprattutto quelli freschi, nonche’ l’approvvigionamento di mangimi”, spiega la Cia. Un problema “serio che riguarda prima di tutto le aziende agricole situate nelle aree interne e di montagna. I danni sono gia’ molto ingenti- sottolinea la Confederazione- e peggiora la situazione per le aziende agricole che gia’ devono fare i conti con la congiuntura economica del territorio particolarmente negativa. Per questo la Confederazione sta valutando la possibilita’ di richiedere la proclamazione dello stato di calamita’ naturale”.