Messico: trovati due corpi mummificati sul versante di un vulcano [FOTO]

/
MeteoWeb

I resti trovati a 150 metri di distanza uno dall’altro appartengono probabilmente a quelli di due alpinisti travolti da una valanga di neve nel novembre del 1950

mummie messicoI corpi di due uomini “mummificati e congelati” che spuntano dalla neve a quota 5.270 metri sopra il livello del mare: e’ quanto hanno trovato un gruppo di escursionisti messicani sul versante nordest del vulcano Citlaltepet, noto anche come Pico de Orizaba. I resti trovati a 150 metri di distanza uno dall’altro appartengono probabilmente a quelli di due alpinisti travolti da una valanga di neve nel novembre del 1950, hanno precisato le autorita’ locali, sottolineando che il ritrovamento e’ stato fatto in modo del tutto casuale da sei alpinisti messicani: uno di loro e’ scivolato e quando e’ riuscito a bloccare la caduta ha visto il cranio e la mano di uno dei due corpi. Poco dopo sono stati avvistati i resti del secondo alpinista. In queste ore gli esperti della Croce Rossa messicana stanno preparando una spedizione per recuperare i due corpi, sottolineano i media locali. L’identita’ dei due cadaveri non e’ ancora stata accertata. Secondo alcuni media, potrebbe trattarsi dei corpi di due alpinisti, probabilmente francesi o spagnoli, rimasti sepolti da una valanga di neve il 2 novembre del 1950 nel Pico de Orizaba, la montagna piu’ alta del Messico, la terza dell’America del nord.