E’ morto John Arras, pioniere della bioetica

MeteoWeb

John Dyer ArrasIl filosofo statunitense John Dyer Arras, uno dei pionieri della bioetica a livello internazionale, è morto a Galveston, in Texas, all’età di 70 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla famiglia al “New York Times”, precisando che Arras è stato colto da un ictus mentre si trovava in vacanza. Fin dalla fine degli anno ’70, con articoli, saggi, monografie e libri, Arras si è occupato delle questioni di filosofia del diritto legate alla scienza, alla biologia e alla medicina. In una serie di interventi e pubblicazioni, Arras ha teorizzato che in campo medico, circa le decisioni sulla vita e sulla morte dei pazienti, bisogna sempre considerare le cure dal punto di vista dell’equità e della moralità. Il parere di Arras è stato più volte richiesto da ospedali e cliniche per cercare di risolvere casi spinosi. John Arras era professore di filosofia e bioetica all’Università della Virginia e in precedenza aveva insegnato in atenei della California. Ha ricoperto anche incarichi pubblici a livello governativo americano, presiedendo la Commission for the Study of Bioethical Issues e fondando il Centers for Disease Control and Prevention. Arras ha condotto ricerche sul suicidio assistito, sul razionamento delle cure mediche e sulle disparità sociali in tema di salute e di cura. “Noi non diciamo mai ai medici cosa devono fare”, ripeteva Arras. “Il compito della nostra riflessione filosofica è quello di favorire la consapevolezza dei medici che devono affrontare questioni complesse e spesso contrastanti su temi morali, etici e giuridici”.