Previsioni Meteo, allerta per domenica: forti piogge, temporali e nevicate, il bollettino della protezione civile

MeteoWeb

Previsioni Meteo: è già allerta per domenica 15 marzo, il bollettino della protezione civile evidenzia il rischio di fenomeni estremi soprattutto al nord/ovest

allerta meteo domenica 15 marzo protezione civileAllerta Meteo per domenica 15 marzo al centro/nord Italia, e soprattutto al nord/ovest, in Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Il Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale della Protezione Civile emesso oggi è eloquente, così come lo riportiamo (integralmente) a corredo dell’articolo con tanto di mappa. Già domani, sabato 14 marzo, il nuovo peggioramento provocherà le prime precipitazioni al nord/ovest, specie nel pomeriggio/sera, ma i fenomeni più intensi si verificheranno domenica con abbondanti nevicate fino a quote collinari specie in Piemonte, forti temporali in Liguria, abbondanti precipitazioni al nord/ovest.

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria di Ponente e Piemonte sud-occidentale, con quantitativi cumulati da moderati ad elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto del Centro-Nord, con quantitativi cumulati generalmente moderati sul resto di Piemonte e Liguria, e su Valle d’Aosta, settori meridionali ed orientali della Toscana, alto Lazio, Umbria occidentale, Appennino Emiliano e Romagna, da deboli a puntualmente moderati altrove.
Nevicate: sui settori alpini al di sopra dei 700-900 m, con apporti al suolo da moderati ad elevati sul Piemonte sud-occidentale ove saranno possibili sconfinamenti fino ai 600 m, generalmente moderati altrove; sull’Appennino settentrionale al di sopra dei 1000-1200 m, con apporti al suolo moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in sensibile aumento nei valori massimi sulle regioni meridionali; senza grandi variazioni altrove.
Venti: forti sud-orientali con raffiche di burrasca sui settori tirrenici centro-settentrionali, sulla Sicilia e localmente sulla Sardegna; forti nord-orientali con rinforzi di burrasca sulla Liguria.
Mari: molto mossi i bacini occidentali, fino ad agitati il Tirreno centro-settentrionale, il Mar Ligure e dalla serata lo Stretto di Sicilia.