Auto, al via il Salone di Ginevra: attese 700mila visite per 130 anteprime [FOTO]

  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
/
MeteoWeb

Oltre al lusso e alle prestazioni, al salone svizzero il tema ecologico e delle emissioni è sempre più al centro

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Oltre 700 mila visitatori attesi, 130 anteprime, tra europee e mondiali, e 220 espositori da 30 Paesi diversi. Sono i numeri dell’85° Salone dell’auto di Ginevra, che apre le porte al pubblico dal 5 al 15 marzo e che da oggi ospita la due giorni dedicata alla stampa. Protagoniste le supercar, con le anteprime assolute ed europee di Ferrari 488 GTB, Lamborghini Aventador Super Veloce, Porsche Cayman GT4 e McLaren 675LT. Il lusso si contende i riflettori con i Suv-crossover, un segmento in forte crescita e terreno di sfida per le case produttrici. Tra questi Hyundai Tucson e Renault Kadjar, l’Infiniti QX30 e la Skoda Superb Sedan. Sui 110 mila metri quadri di esposizione non mancano restyling autorevoli, come la nuova Citroen C4, le sportive Ford Focus RS e Opel Corsa OPC, la nuova Espace, le nuove Mercedes CLA e CLA 45 AMG Shooting Brake e la Volkswagen Golf Variant GTD. Sul palcoscenico di Ginevra, Fca utilizza lo stand Fiat per presentare le ultime novità dei modelli 500X, 500, Panda e Doblò. In particolare, centrale nell’area espositiva è la Fiat 500X, che chiude simbolicamente con l’evento svizzero la tourné di 80 giorni che l’ha portato nelle piazze di 74 città europee. Il marchio Jeep parcheggia a Ginevra la sua gamma di Suv – compresa la ‘small’ Renegade nella nuova motorizzazione 1.4 MultiAir da 170 CV con cambio automatico a nove marce – dopo un 2014 in cui è stato il brand con il ritmo più veloce di crescita nell’area Emea (+42%), e gli exploit di Francia (+110%) e Italia (+95%). Proprio la domanda di 500X e Jeep Renegade ha permesso a Fca di annunciare 1.000 nuove assunzioni allo stabilimento di Melfi, dove sono le linee dei due modelli. Questa mattina l’a.d. Fca, Sergio Marchionne, incontrerà i giornalisti a cui potrà illustrare gli avanzamenti del piano industriale che punta a vendere 7 milioni di auto nel 2018. Marchionne è a Ginevra anche nella veste di presidente di Ferrari, la cui quotazione del 10% a Wall Street è prevista tra il secondo e terzo trimestre dell’anno. Il cavallino lancia in anteprima a Ginevra la sua berlinetta 488 GTB, che monta un propulsore V8 turbo da 670 CV ed è dotata di un’aerodinamica estrema e di sofisticati controlli elettronici per la guida. Oltre al lusso e alle prestazioni, al salone svizzero il tema ecologico e delle emissioni è sempre più al centro. Quest’anno delle 900 auto che vengono presentate circa 100 emettono, a prescindere dal tipo di propulsione, non più di 95 grammi di anidride carbonica per chilometro, il limite che sarà il riferimento per i Paesi europei a partire dal 2021.