Vanuatu: il ciclone Pam ha messo in ginocchio l’agricoltura e la pesca

MeteoWeb

A causa dei danni provocati dal ciclone gli agricoltori di Vanuatu rischiano di rimanere senza cibo

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

I forti venti, le piogge e le inondazioni provocate dal passaggio del ciclone Pam sulle Isole Vanuatu, nel Pacifico meridionale, hanno causato ingenti danni all’agricoltura, al bestiame e alle infrastrutture della pesca in tutto l’arcipelago, provocando un brusco arresto nell’esportazione delle principali colture. E’ quanto denuncia l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (Fao) in uno studio pubblicato oggi. Secondo le prime valutazioni effettuate sul campo, si legge nel rapporto, il raccolto di banane in tutto il paese e’ andato quasi completamente distrutto, cosi’ come la maggior parte delle noci di cocco e delle piante di cavolo coltivate nell’arcipelago. Oltre alla distruzione dei raccolti, anche le scorte alimentari e le sementi sono state distrutte dal ciclone, eliminando una fonte vitale di cibo e di reddito per le famiglie e aumentando il fabbisogno della popolazione locale dalle importazioni. Distrutte anche la maggior parte dei pescherecci e degli attrezzi per la pesca. A causa dei danni provocati dal ciclone, denuncia la Fao, gli agricoltori di Vanuatu rischiano di rimanere senza cibo prodotto localmente almeno fino alla meta’ di giugno, quando si prevede avverra’ il prossimo raccolto. Il direttore generale della Fao, Jose’ Graziano da Silva, ha sottolineato la disponibilita’ e l’impegno da parte della Fao a lavorare a stretto contatto con il governo di Vanuatu per “aiutare a ricostruire la vita delle persone e dei mezzi di sussistenza, in particolare nelle aree rurali. Sosterremo Vanuatu – ha detto – con interventi di assistenza agricola d’emergenza che la Fao fornira’ insieme al governo di Vanuatu e agli altri partner, ma potremo farlo solo dopo che la ricostruzione sara’ stata completata e una volta che Vanuatu avra’ rafforzato la sua resistenza agli eventi meteorologici estremi”, ha aggiunto Graziano da Silva.Circa il 99 per cento delle famiglie che vivono nelle Isole Vanuatu dipendono dalla produzione agricola per soddisfare le loro esigenze di consumo e di reddito, mentre nella capitale Port Vila circa il 75 per cento delle famiglie consumano i propri prodotti. Come primo e piu’ urgente intervento immediato, la Fao reputa necessario rafforzare l’assistenza internazionale per la fornitura di semi, attrezzature agricole e competenze tecniche.