Allerta Meteo, MAPPE e previsioni dell’aeronautica militare: ancora gelo e neve al Sud, poi migliora

/
MeteoWeb

Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni meteo sull’Italia fino a lunedì 13 aprile

domani fino alle 7Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni meteo sull’Italia. Situazione: correnti di aria fredda debolmente instabili ed in ulteriore attenuazione interessano ancora le regioni centro-meridionali determinando tempo instabile soprattutto su quelle del settore adriatico, mentre al nord, sulla Sardegna e sulle centrali tirreniche prevalgono generali condizioni di stabilita’ atmosferica. Tempo previsto fino alle 7 di domaniNord: su tutte le regioni si avra’ un cielo ampiamente soleggiato con nuvolosita’ scarsa o del tutto assente e con visibilita’ buona anche durante la notte. Centro e Sardegna: su Marche ed Abruzzo nuvolosita’ irregolare ancora temporaneamente intensa con residue precipitazioni associate, ad esclusione delle Marche settentrionali, e che saranno nevose intorno 700-800 metri: generale miglioramento dalla sera ad iniziare dalle Marche; sul resto del centro si avranno ampie schiarite seppur con qualche nube in piu’ ma innocua sul Lazio meridionale, sulla Saredgna orientale e sui rilievi appenninici piu’ orientali di Umbria e Lazio.

Sud e Sicilia: su tutte le regioni nuvolosita’ variabile a tratti intensa, con maggiori schiarite sulla Sicilia sud-occidentale e sulla Campania nord-occidentale mentre sulle restanti aree si avranno isolate precipitazioni, anche a carattere di rovescio o locale temporale, che saranno nevose intorno 700-800 metri su Molise, Puglia e sui rilievi appenninici di Campania e Basilicata maggiormente esposti ad est. Generale miglioramento dalla sera e nella notte seppur con residui fenomeni ancora possibili nella notte sulla Sicilia settentrionale e, localmente, sulla Calabria. Temperature: massime in lieve aumento sulle regioni nord-orientali, in ulteriore lieve calo al sud e su Lazio ed Abruzzo, stazionarie sul resto d’Italia; minime in aumento su settore alpino, Liguria, Appennino emiliano-romagnolo e regioni del medio-basso versante adriatico, senza variazioni significative sul resto del Paese. Venti: settentrionali di burrasca su Abruzzo, Molise, Puglia e settore jonico della Calabria centro-settentrionale e moderati sempre settentrionali sul resto del centro-sud con locali rinforzi, in attenuazione sulle regioni centrali e sulla Sardegna; deboli variabili al nord con residui rinforzi settentrionali su Liguria, Emilia-Romagna, Veneto e Friuli-Venezia Giulia. Mari: mossi il mar Ligure e i settori nord di Adriatico e Tirreno, con moto ondoso in diminuzione; molto mosso il mare di Sardegna, da molto mossi ad agitati i restanti mari.

domaniIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domaniNord: tempo stabile su tutte le regioni con cielo per lo piu’ sereno che dominera’ l’intera giornata. Centro e Sardegna: bel tempo sia su Sardegna che su gran parte delle regioni all’insegna del cielo pressoche’ sgombro da nuvolosita’ a parte qualche annuvolamento ancora presente tra Marche centro-meridionali e Abruzzo con possibilita’ di brevi sporadici piovaschi durante le ore centrali della giornata. Dal pomeriggio tendenza a schiarite sempre piu’ ampie su Marche mentre qualche nube tendera’ a sostare nell’immediato entroterra abruzzese anche nel corso della notte. Sud e Sicilia: molte nubi su Sicilia tirrenica e sulle aree appenniniche peninsulari con locali rovesci un po’ piu’ frequenti sul settore settentrionale dell’isola. Schiarite sulle restanti aree ma con un po’ piu’ di nuvolosita’ tra Molise, Puglia garganica, aree appenniniche e Calabria centro-meridionale con associate deboli piogge. Generale attenuazione dei fenomeni dal tardo pomeriggio seppur con nubi che si attarderanno sempre sulla parte piu’ a nord di Sicilia e lungo l’Appennino campano e lucano. Temperature: minime stazionarie sulle due isole maggiori ed in generale lieve aumento sul resto della penisola piu’ marcato in corrispondenza dell’arco alpino. – massime in generale aumento su tutta la penisola con valori piu’ elevati al nord ed al centro. Venti: deboli variabili al nord ma con componente ancora settentrionale sulle coste dell’alto Adriatico e di provenienza sudoccidentale su Liguria; in genere settentrionali sul resto del territorio di intensita’ in genere moderata ma con decisi rinforzi sulle regioni adriatiche, nell’entroterra del meridione e sulle aree ioniche. Mari: poco mossi il mar Ligure e l’alto Adriatico; mossi mare e canale di Sardegna; da molto mossi a localmente agitati gli altri mari, specie lo Jonio, ma con moto ondoso in graduale attenuazione.

giovedìIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. GIOVEDI’ 9 Nord: condizioni ancora decisamente stabili dominate dal cielo sereno. Isolati annuvolamenti nottetempo attesi sulle Alpi lombarde al confine con il Trentino Alto Adige. Centro e Sardegna: residue nubi, ma solo al primo mattino, nell’entroterra di Abruzzo si presenteranno in un contesto dominato dal cielo pressoche’ limpido sia sul resto delle regioni peninsulari che su Sardegna. Sud e Sicilia: un po’ di nubi durante la mattinata tra Molise, Appennino campano e lucano e su Sicilia settentrionale con possibilita’ di qualche debole residuo piovasco ma con tendenza a rapida attenuazione sia dei fenomeni che della nuvolosita’ gia’ dal primo pomeriggio; generale presenza di decisi spazi di cielo sereno sul resto del meridione sia peninsulare che insulare. Temperature: in aumento sia i valori massimi che quelli minimi, specie al meridione. Venti: deboli di direzione variabile al nord e su Sardegna con tendenza a risultare ancora inizialmente moderati settentrionali sul settore orientale dell’isola ma in attenuazione dal pomeriggio; ancora di provenienza settentrionale sul resto del territorio: deboli al centro ma con residui rinforzi lungo le coste adriatiche; moderati al sud specie tra basso Adriatico ed aree ioniche in graduale attenuazione durante la seconda parte della giornata. Mari: poco mossi il mar Ligure, l’alto Adriatico; mossi il Tirreno, il mare e canale di Sardegna, il medio Adriatico ma con tendenza a divenire poco mossi dal pomeriggio; molto mossi i rimanenti mari con tendenza a perdere di intensita’ tra le ore serali e la notte.

venerdìVENERDI’ 10: condizioni stabili e soleggiate ovunque seppur con nuvolosita’ medio alta in arrivo tra le regioni di nordovest, Sardegna e Toscana tra il pomeriggio e le ore notturne. Al contempo un po’ di annuvolamenti piu’ bassi tenderanno presentarsi sull’arco alpino occidentale con deboli nevicate sulle zone di confine durante le ore notturne. Sempre nottetempo qualche nube in piu’ tendera’ a presentarsi anche su Lazio e settore alpino centro orientale ma senza fenomeni di rilievo associati.

SABATO 11: una nuvolosita’ medio alta stratiforme tendera’ ad attraversare sia le regioni settentrionali che quelle centrali e le due isole maggiori ma tali nubi avranno scarsa o nulla probabilita’ di essere associate a fenomeni di rilievo. Un po’ piu’ di nubi consistenti si presenteranno sull’arco alpino con associate precipitazioni anche nevose ma a quote abbastanza elevate. Migliora dalla sera-notte.

DOMENICA 12 e LUNEDI’ 13: nuvolosita’ variabile alternata a schiarite con piu’ nubi sulle zone alpine e sull’Appennino settentrionale con associate piogge che si attenueranno durante la seconda parte della giornata. Piu’ stabile nella giornata di lunedi’. Molte nubi, ma per lo piu’ medio-alte sul resto del territorio con nuvolosita’ pero’ un po’ piu’ consistente nella giornata di lunedi’ che risultera’ associata a piogge o rovesci sparsi nelle zone interne a ridosso dei rilievi compresi tra Lazio e Calabria.