Ambiente: aumentano i detriti di plastica nel Mediterraneo

MeteoWeb

Frammenti di plastica sono stati trovati nello stomaco di pesci, uccelli, tartarughe e balene

Grandi quantita’ di detriti di plastica continuano ad accumularsi nel Mar Mediterraneo secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica PLoS ONE. L’indagine rileva che circa un migliaio di tonnellate di plastica – costituito soprattutto da frammenti di bottiglie, sacchetti e involucri vari – galleggia ormai sulla superficie di questo bacino. “Questi piccolissimi frammenti di plastica si prestano ad essere inghiottiti da varie specie marine nell’intestino delle quali rilasciano sostanze chimiche dannose”, ha detto alla BBC un esperto della Scuola di Scienze Biologiche britannica. Frammenti di plastica sono stati trovati nello stomaco di pesci, uccelli, tartarughe e balene. Pezzi molto piccoli di materia plastica sono stati rinvenuti anche all’interno di ostriche e cozze coltivate sulle coste del Nord Europa.