Astronomia, la sonda Cassini ci mostra Rea: tra luci, ombre e crateri [FOTO]

MeteoWeb

Evidenti i crateri, risultato di 4.6 miliardi di anni di bombardamenti

Ecco le caratteristiche della superficie di Rea, il secondo satellite naturale di Saturno e il nono del sistema solare per dimensioni, scoperta il 23 dicembre 1672 dall’astronomo italiano Giovanni Domenico Cassini.

Evidenti i crateri, risultato di 4.6 miliardi di anni di bombardamenti di piccoli oggetti.

La foto a corredo dell’articolo è stata scattata il 10 febbraio dalla sonda Cassini a circa 76.000 km dalla luna di Saturno.