Cesena: domani i geologi porranno sotto la lente di ingrandimento tutti i rischi idrogeologici

MeteoWeb

La conoscenza approfondita tutti i rischi idrogeologici è la giusta formula per la prevenzione del dissesto idrogeologico

 “Negli ultimi 35-40 anni a Cesenatico abbiamo avuto un abbassamento del suolo di circa 110 -115 cm. Subsidenza e dissesto idrogeologico in una regione dove le frane mappate sono circa 70.000. Comunque l’Emilia – Romagna come gran parte dell’Italia è anche a rischio sismico. Dunque l’evento di domani a Cesena è particolarmente importante per confermare che la conoscenza dei rischi geologici è alla base della buona prevenzione”. Lo ha affermato Paride Antolini, geologo dell’Emilia – Romagna e Consigliere Nazionale dei Geologi . Domani a Cesena giungeranno, Giuseppe Zamberletti, Presidente Emerito della Commissione Grandi Rischi e “padre” della Protezione Civile ma anche Gian Vito Graziano, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi, Mauro Rosi, Direttore Ufficio Sismico e Vulcanico del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, Paola Gazzolo, Assessore alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna della Regione Emilia-Romagna per partecipare alla convention GEORISCHI:

dissesto suolodissesto2 LI (RI) CONOSCO, MI DIFENDO, in programma domani, Sabato 11 Aprile alle ore 10 , presso l’Aula del Campus di Cesena dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna. L’evento è organizzato dal Consiglio Nazionale dei Geologi, dall’Istituto Nazionale Superiore Formazione Operativa Protezione Civile (INSFOPC) e dall’Unione dei Comuni Valle del Savio, patrocinata dalla Regione Emilia Romagna, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Ordine dei Geologi dell’Emilia Romagna. All’evento prenderanno parte Paolo Lucchi, sindaco di Cesena e Presidente dell’Unione Comuni Valle del Savio, Gabriele Cesari, Presidente dell’Ordine dei Geologi dell’Emilia – Romagna, Cosimo Golizia, Vice Presidente dell’ INSFOPC, il Direttore dell’Agenzia regionale di Protezione Civile Emilia-Romagna, Maurizio Mainetti, il Direttore generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa della Regione Emilia Romagna, Giuseppe Bortone. I geologi incontreranno studenti e cittadini e lo faranno con Sergio Bianchi, Presidente dell’Associazione Vittime Universitarie Sisma 6 Aprile 2009, ed Umberto Braccili, autore del libro “Macerie dentro e fuori” che racconta la storia di 13 ragazzi studenti fuori sede a L’Aquila le cui vite e i loro sogni sono stati spezzati per sempre dal terremoto. Fabio Parmeggiani della Commissione Protezione Civile del CNG si soffermerà sull’Esperienza dei Geologi nelle emergenze idrogeologiche in Emilia-Romagna, LIVIA SOLIANI della Commissione Protezione Civile dell’Ordine dei Geologi dell’Emilia – Romagna approfondirà l’esperienza dei Geologi nelle emergenze sismiche emiliane, Silvia Castellaro dell’Università di Bologna analizzerà dati e studi di “Microzonazione sismica nel Comune di Cesena. “È evidente come negli ultimi anni, anche a seguito dei numerosi eventi catastrofici – ha concluso Paride Antolini – che hanno colpito il territorio italiano, stia crescendo la necessità di una sempre maggiore azione da parte di tutti gli attori del sistema di protezione civile; azione coordinata e diretta sia allo studio delle pericolosità e dei rischi del territorio, sia alla buona pianificazione di emergenza che non può prescindere dal massimo coinvolgimento di tutte le componenti del “sistema” fino alla fondamentale partecipazione attiva della popolazione”.