Clima: poco ghiaccio, gli orsi polari diventano golosi di uova di uccelli

MeteoWeb

Non potendo trovare più il cibo tradizionale si spostano in cerca di altro da mangiare

Foto LaPresse/PA
Foto LaPresse/PA

Il ghiaccio si scioglie sotto i colpi del riscaldamento globale, e gli orsi polari non possono far altro che adattarsi: passando piu’ tempo sulla terra ferma sono costretti a cercarsi li’ del cibo per sopravvivere, cosi’ si sono scoperti ‘golosi’ di uova di uccelli marini, che riescono a mangiare uno dietro l’altro arrivando fino a 200 per colonia, in alcuni casi anche a 1.000. A dirlo una ricerca pubblicata su ‘Frontiers in Ecology and Evolution’, dedicata all’osservazione del comportamento di questi animali nella parte est della Groelandia, sulle isolette vicine, fino alla parte occidentale della Norvegia. Secondo lo studio la ‘caccia’ degli orsi alle uova dipende proprio dalla diminuzione della copertura del ghiaccio marino che li porta a passare piu’ tempo sulla terra ferma, anticipando anche di un mese questa ‘traversata’ rispetto a dieci anni fa. Non potendo trovare piu’ il cibo tradizionale infatti si spostano in cerca di altro da mangiare, tanto che per gli scienziati l’impatto dovrebbe aumentare con conseguente migrazione degli uccelli marini che non riuscirebbero a sopportare un numero maggiore di orsi. Dalle analisi fatte il 90% di tutti i nidi nelle colonie di uccelli ha ricevuto una ‘visita’ degli orsi. Tra l’altro, nell’area presa in esame (ma comportamenti simili sono stati osservati anche in altre zone dell’Artico, tra cui Canada, Alaska e Russia) si e’ scoperto che la stagione del ghiaccio marino e’ piu’ breve di 3,5 giorni all’anno, piu’ o meno pari all’aumento del numero di giorni che gli orsi polari trascorrono sulla terra. Per di piu’ in questo modo gli orsi polari hanno imparato un nuovo comportamento, ritornando negli stessi posti ogni anno. Un comportamento che sembra ormai venga anche ‘tramandato’: con cuccioli di orso polari che giocavano con le uova, a farle rotolare come fossero delle palline, prima di mangiarle.