Clima: il rallentamento del riscaldamento della Terra non fermerà l’aumento delle temperature

MeteoWeb

I ricercatori hanno studiato 200 simulazioni climatiche che prevedevano o meno il rallentamento in corso dell’aumento delle temperature

Il recente rallentamento dell’aumento delle temperature medie dell’aria non risparmiera’ alla Terra un pericoloso rialzo della colonnina di mercurio. E’ atteso alla fine del 21/mo secolo se le emissioni di gas serra non saranno ridotte. A dirlo uno studio condotto da ricercatori australiani e pubblicato su Nature Climate Change: ha messo a confronto modelli climatici che tengono conto dell’attuale pausa del riscaldamento globale con quelli che invece non lo prevedono, scoprendo che le proiezioni a lungo termine tra questi due modelli sono pressoche’ invariate. I ricercatori hanno studiato 200 simulazioni climatiche che prevedevano o meno il rallentamento in corso dell’aumento delle temperature, rivalutandole al 2100. Il risultato? I modelli che tengono conto del cosiddetto ‘hiatus’, ossia l’arresto momentaneo del riscaldamento, prevedono solo 0,1 gradi in meno di quelli che non lo considerano, una frazione minima rispetto ai 5 gradi in piu’ attesi sulla colonnina di mercurio da entrambi i modelli se le emissioni non verranno ridotte. “Questo – ha spiegato Matthew England, ricercatore della University of New South Wales e dell’Arc Centre of Excellence for Climate System Science e autore principale dello studio – dimostra che il rallentamento del riscaldamento globale non ha alcuna incidenza sulle proiezioni a lungo termine, e’ semplicemente legato ad una variabilita’ decadale (ossia su una scala temporale di 10 anni, ndr). I gas serra alla fine avranno il sopravvento su questa fluttuazione naturale”. Secondo gli studiosi, quindi, la ricerca dimostra che il rallentamento in corso dell’aumento delle temperature riflette solo una variabilita’ a breve termine. Sul lungo periodo, il riscaldamento globale tende ancora a livelli pericolosi.