Ebola: ricovero preventivo a Milano per un operatore tornato dalla Sierra Leone

MeteoWeb

Dopo la segnalazione arrivata alle 22.30 di ieri, il paziente è stato prelevato dall’autoambulanza dedicata all’alto biocontenimento

ebolaUn operatore sanitario rientrato in Italia dopo alcuni mesi in Sierra Leone e’ stato ricoverato questa notte all’ospedale Sacco di Milano dove sono in corso le procedure previste per escludere il possibile contagio dal virus Ebola. Lo ha reso noto il vice presidente e assessore alla Salute della Regione Lombardia Mario Mantovani, spiegando che si attendono gli esiti delle analisi ”che per ora sono fortunatamente negative”. Dopo la segnalazione arrivata alle 22.30 di ieri, il paziente e’ stato prelevato dall’autoambulanza dedicata all’alto biocontenimento, sentiti i Vigili del Fuoco e la Polizia di Stato. All’1.55 l’Azienda Regionale Emergenza e Urgenza (Areu) ha bloccato il flusso di tutte le ambulanze verso l’ospedale Sacco e dalle 2.15 e’ iniziata una verifica di tutti i processi interni in attesa dell’arrivo del paziente. Infine, alle 4.20 e’ giunta al Pronto Soccorso l’autoambulanza e il paziente e’ stato immediatamente posto in area di isolamento. “Questa notte – ha commentato Mantovani – il sistema sanitario lombardo e tutta la macchina definita per la gestione di possibili pazienti affetti da sintomatologia sospetta ha dato prova di funzionare con rapidita’, efficienza, discrezione”. In attesa dei risultati definitivi, ha concluso, “non posso che sottolineare con piacere come tutto abbia perfettamente funzionato”.