Eruzione del vulcano Calbuco: rimane in vigore l’allarme rosso

MeteoWeb

La zona di evacuazione attorno al vulcano attualmente è di 20 chilometri e 1.500 persone sono già state allontanate a titolo precauzionale

Il vulcano Calbuco, nel sud del Cile, ha avuto una seconda eruzione in meno di sette ore. Il livello di allerta dunque rimane al massimo, hanno confermato le autorita’ locali. “Rimane l’allarme rosso”, ha segnalato il servizio nazionale di Geologia, attraverso il suo account ufficiale su Twitter. La zona di evacuazione attorno al vulcano attualmente e’ di 20 chilometri e 1.500 persone sono gia’ state allontanate a titolo precauzionale. Il vulcano era inattivo da 43 anni e ha ripreso a lanciare lapilli intorno alle 18 di mercoledi’ (quando in Italia erano le 23), lanciando una spettacolare colonna di cenere e lapilli che ha superato i 15 chilometri. L’allerta riguarda le citta’ di Puerto Montt e Puerto Varas, nella regione di Los Lagos, circa 1.300 chilometri a sud di Santiago. Anche l’Argentina ha attivato misure di emergenza nella citta’ di Bariloche, a un centinaio di chilometri dal vulcano, dove sono attesi muvole di cenere. Le autorita’, che hanno gia’ deciso lo stato d’emergenza nelle localita’ vicine al vulcano, hanno affidato all’esercito il controllo temporaneo dell’area.