H&M: la sfida del futuro è green, le produzioni rispetteranno ambiente e operai

MeteoWeb

Il brand internazionale H&M, per il futuro punta a produrre capi che non inquinino, con materiali riciclati e impianti autosufficienti

Come riferisce a Repubblica Anna Gedda responsabile della sostenibilità di H&M, il colosso della moda low cost sta lavorando duramente per rendere l’azienda eco-sostenibile. Quello di sostenibilità è un concetto vasto e l’obbiettivo dell’azienda è di applicarlo in toto agli stabilimenti dei 900 fornitori, facendoli lavorare attraverso elettricità prodotta da fonti rinnovabili, utilizzando i filati naturali o provenienti da vestiti riciclati ( nell’ultimo anno sono stati raccolti 13.000 tonnellate di filato riciclato, pari a 65.000.000 di t-shirt, per il 2015 è previsto un incremento del 300% ), ma la sostenibilità è riferita soprattutto alla sostenibilità dei diritti umanitari, la cosa fondamentale per l’azienda rimane il rispetto dei lavoratori, che dovranno essere di maggiore età e ad ognuno dovrà essere corrisposto uno stipendio equo.