Il Grand Tour del verde: guida ai giardini più belli d’Italia

MeteoWeb

Polinesia, Australia ed anche le più europee Olanda ed Inghilterra: sono le mete preferite che di solito sono scelte per quegli appassionati con il pollice verde che vogliono meravigliarsi con le bellezze naturali dei giardini. Ma, gli italiani, ignorano che l’Italia è un vero e proprio scrigno di bellezze naturali racchiuse nelle decine e decine di giardini che, nel Belpaese, sono diventati dei veri gioielli del nostro patrimonio culturale e naturale.

landriana1-MostraNove ettari di oleandri, palmizi, acanti, siepi di lauro e mirto, cimeli storici e opere d’arte, è un magnifico giardino da esplorare è quello di cui scrisse D’Annunzio nel suo Vettoriale e che dunque oltre ad essere un cuore verde è anche patrimonio culturale. Ma non è l’unico: il Network Giardini Italiani si occupa proprio di “mostrare” e promuovere le bellezze dei giardini italiani per la loro valorizzazione e per suggerire un itinerario turistico alternativo e tutto naturale. Giardini eclettici, tematici, barocchi, scenografici, minimalisti: ce n’è per tutti i gusti, adornati sapientemente da elementi architettonici e storici che non fanno che accrescere il loro fascino donandogli quell’immagine di immortalità che sfiora quasi la sacralità.

villa erbaPitosfori, viti, castagni, tigli, piante di bosso modellate in sculture astratte: tra le mete consigliate ci sono Villa Erba a Cernobbio, dimora di Luchino Visconti, creata a fine Ottocento in un parco secolare sul Lago di Como, il seicentesco Castello Ruspoli a Vignanello, Villa Pisana Bolognesi Scalabrin, a Vescovana, con un giardino all’inglese realizzato da nel 1852, Villa Durazzo Pallavicini, a Genova, con un parco realizzato fra il 1840 e il 1846,  ed anche il Giardino di Ninfa a Latina, i Giardini Botanici Hanbury, nei pressi di Ventimiglia. Vicino a Roma, i Giardini della Landriana con dieci ettari di verde, ospitano diversi giardini dedicati, dal Viale delle Rose a quello di Cipressi, dal Giardino degli Aranci a quello degli ulivi. E domani, domenica 19, sono aperti e offrono visite guidate alla scoperta delle fioriture di primavera come riporta La Repubblica di stamani.