Medicina: in Cina i primi embrioni al mondo modificati geneticamente

MeteoWeb

Nello studio sono stati utilizzati 86 embrioni ‘di scarto’ cioè non impiantabili, ottenuti da un centro per la fertilità

Per la prima volta un embrione umano e’ stato modificato geneticamente per tentare di correggere un gene che provoca una malattia rara. Lo studio, dei ricercatori cinesi della Sun Yat-sen University di Guangzhou, e’ stato pubblicato dalla rivista Protein and Cell, dopo essere stato rifiutato da Science e Nature per motivi etici. I ricercatori hanno usato una tecnica scoperta di recente, chiamata CRISPR/Cas9, che permette attraverso un enzima di ‘editare’ i geni e correggerli singolarmente. Nello studio sono stati utilizzati 86 embrioni ‘di scarto’ cioe’ non impiantabili, ottenuti da un centro per la fertilita’. Dei 71 embrioni che sono sopravvissuti alla procedura solo in una piccola percentuale e’ stata ottenuta la modifica voluta. ”Se si vuole utilizzare questa tecnica sugli embrioni la percentuale di successo deve essere vicina al 100% – scrivono gli autori -. Per questo ci siamo fermati, pensiamo che sia ancora troppo presto”. La possibilita’ di utilizzare questa metodologia sugli embrioni ha gia’ generato un dibattito acceso tra gli scienziati, culminato in una lettera pubblicata da Nature in cui diversi ricercatori chiedono uno stop a questo tipo di studi. Questo stesso articolo, affermano gli autori, e’ stato rifiutato da Science e Nature proprio per ragioni etiche.