Montagna: il 27 giugno riapre il Museo della Marmolada a 3.000 metri di quota

MeteoWeb

Nella Montagna della Marmolada, a 3000 metri di altitudine riapriranno i battenti dello storico Museo della Grande Guerra, proprio in occasione del centenario del conflitto e per celebrare il massiccio montuoso che fu teatro di guerra di trincea

Arricchito e triplicato negli spazi rispetto al sito espositivo originario, riaprira’ dal 27 giugno prossimo il Museo della Grande Guerra in Marmolada, in occasione delle manifestazioni per il centenario del conflitto. L’obiettivo del nuovo allestimento, che presenta una grande raccolta di reperti, cimeli e documenti storici, e di far rivivere al visitatore che giunge ai 3mila metri di quota del massiccio le difficolta’ di una guerra di trincea combattuta non solo contro i nemici, ma anche contro le insidie dell’alta montagna. Il museo di avvale cosi’ di un nuovo allestimento strutturale e grafico di impatto emotivo, per raccontare il conflitto valorizzando l’aspetto umano. Il Museo riaprira’ il 27 giugno nella zona monumentale sacra della stazione di Serauta, a quota 3000 metri, accessibile utilizzando la funivia della Marmolada che parte da Malga Ciapela. Grazie a un percorso interattivo e multisensoriale, i visitatori potranno immedesimarsi in quelle che potevano essere le situazioni estreme vissute dai soldati a quell’altitudine, tra neve, gelo, valanghe, grandi sacrifici e immensa fatica.