Neve di primavera al centro/sud: tetti imbiancati e disagi sulle strade

MeteoWeb

Non accadeva da molti anni: Campobasso sotto la neve ad aprile

potenza 01Risveglio sotto la neve, oggi, in molte localita’ del centrosud. In provincia di Avellino la perturbazione, particolarmente consistente nelle prime ore del mattino, ha interessato i territori dell’Alta Irpinia, della Valle dell’Ufita e della Valle del Miscano, quest’ultima al confine tra le province di Avellino e Foggia. Particolarmente abbondanti le nevicate sull’altopiano del Laceno. In provincia di Perugia, a Gualdo Tadino e Gubbio, i tetti sono imbiancati. Qualche fiocco e’ caduto anche in Valnerina e nella zona di Norcia dove comunque la precipitazione e’ stata molto breve. Ancora imbiancato dalla neve il Subasio, montagna alle spalle di Assisi. Ancora una giornata di freddo intenso, vento forte e nevischio a bassa quota nelle Marche, dove nella notte il nevischio ha imbiancato le colline dell’alto Maceratese e del neve aprile 01Fabrianese. Una spruzzata di neve ha interessato anche il valico della Contessa, al confine fra Marche e Umbria, ma senza alcun problema per il traffico. Mezzi anti-neve in questo inizio di primavera sulle autostrade A24 e A25. In particolare, riferisce Strada dei Parchi, la societa’ che gestisce le arterie di collegamento tra Roma, Teramo, L’Aquila e Pescara, a operare in questi tre giorni di festivita’ pasquali sono stati 100 mezzi soprattutto spargisale per far fronte all’abbassamento delle temperature notturne. Su tutta la regione Abruzzo imperversa ancora forte maltempo con neve nei tratti piu’ interni e pioggia mista a nevischio e raffiche di vento sulla costa. Non accadeva da molti anni: Campobasso sotto la neve ad aprile. L’ondata di maltempo che ha colpito il capoluogo nei due giorni di festa appena passati si e’ fatta piu’ pesante nelle ultime ore. La neve e’ cominciata a cadere nella serata di ieri e le precipitazioni sono proseguite nella notte e questa mattina. Il manto nella zona del capoluogo ha raggiunto i dieci centimetri; nel centro abitato non si sono registrati particolari disagi, anche perche’ oggi le scuole erano ancora chiuse per le vacanze di Pasqua, ma sono entrati comunque in azione i mezzi spartineve. Problemi invece sulle strade minori dove qualche automobilista e’ stato colto di sorpresa dalla nevicata ed e’ rimasto in panne. La neve cade anche nelle altre zone della regione gia’ a quote collinari, al di sopra dei 600-700 metri. Le temperature sono scese nella notte fino a zero gradi e le previsioni annunciano un miglioramento solo a partire da domani. Pioggia mista a neve ha imperversato per alcune ore in Puglia, risparmiando soltanto parte del Salento. La neve e’ ricomparsa soprattutto in valle d’Itria, nella zona di pollinoMartina Franca (Taranto), ma anche nella Murgia barese il nevischio e’ arrivato causando disagi alla circolazione stradale sino alle porte di Bari. Laddove non e’ arrivata la neve, ha imperversato la pioggia battente mista a vento, mentre le temperature sono scese vistosamente. Fiocchi di neve sono caduti anche sul Gargano, in particolare nella zona di Monte Sant’Angelo. Viabilita’ Italia ha reso noto che oggi le maggiori difficolta’ si sono registrate a causa di maltempo, rientri e incidenti. In particolare: sulla A4 direzione Venezia nel tratto compreso tra Portogruaro e San Dona’ di Piave, traffico intenso a seguito di incidente con perdita di carico da parte di un mezzo pesante; in A1 tra allacciamento A22 e Reggio Emilia in direzione Milano, per un incidente; in A1 traffico rallentato tra Ceprano ed Anagni in direzione di nord per traffico intenso; in A14 code a tratti per traffico intenso tra Faenza e Bologna San Lazzaro in direzione di Bologna; in A24, mezzi antineve in azione nel tratto compreso tra L’Aquila Ovest e Teramo; sulla S.S. 675 coda di 2 km causa traffico intenso tra il km 16 e il km 14 in direzione di Orte.