Rischio sismico: in Sicilia le risorse destinate al risanamento degli edifici ancora “bloccate”

MeteoWeb

Il Presidente dell’Ordine dei Geologi di Sicilia, Giuseppe Collura, riprende la questione dei fondi regionali per il rischio sismico: “in Sicilia risorse regionali per il risanamento degli edifici pubblici e privati ancora bloccate”

 Il Presidente dei Geologi di Sicilia, Giuseppe Collura, pone all’attenzione la questione microzonazione e mitigazione del rischio sismico. “Ai sensi – afferma Collura in una nota – dell’ordinanza di P.C. 3907/2010 e sono disponibili ingenti risorse già impegnate fin dagli anni 2010/11/12, in particolare: € 20.950.927,00 (quasi 21 milioni di €) con un cofinanziamento della Regione Siciliana di soli circa € 2 milioni per gli studi di microzonazione sismica; altri € 29.538.730 (quasi 30 milioni di €) destinati al finanziamento di interventi di risanamento ed adeguamento di edifici pubblici strategici (scuole, ospedali) ed anche edifici privati. La Microzonazione Sismica -aggiunge il presidente-, fondamentale al fine di approfondire le conoscenze sismiche del territorio, l’adeguamento e la messa in sicurerezza del patrimonio edilizio pubblico e privato dal rischio sismico, a vantaggio della sicurezza dei cittadini, resta inattuata nonostante le risorse assegnate, visto che il Governo regionale non ha ancora completato l’iter amministrativo e dato mandato al Dipartimento Regionale di Protezione Civile per l’espletamento delle attività. Anche per tale attività, nonostante ripetuti appelli si registra, purtroppo,  un nulla di fatto”.