Sabato Santo di pioggia a Gerusalemme, il “CUT-OFF” sulla Turchia provocherà intensi temporali in Medio Oriente

MeteoWeb

Il “CUT-OFF” sull’altopiano Anatolico si sposta verso est determinando piogge, rovesci e temporali sparsi fra Asia Minore e Medio Oriente

Un sabato Santo, vigilia della Pasqua ortodossa, penalizzato dalla pioggia e dai rovesci sulla città di Gerusalemme. Da ieri in tutta l’Asia Minore, e persino lungo le coste egiziane e la penisola del Sinai, il tempo continua a presentarsi spiccatamente instabile, con piogge, rovesci e temporali sparsi, che localmente danno origine anche a brevi scrosci di grandine. Tutto a causa della persistenza, sull’entroterra Anatolico, del vecchio “CUT-OFF” di aria polare continentale che dall’Egeo si è allontanato verso la Turchia occidentale.

gaza05Questa circolazione depressionaria a carattere chiuso subendo un deciso “stretching” si è evoluto in un minimo depressionario derivato che si è andato a posizionare sul mar di Levante, a largo delle coste turche meridionali e della Siria, dove sta determinando una fase di marcata instabilità, con frequenti piogge e temporali fra Turchia, Siria, Libano, Israele ed Egitto settentrionale. Questo minimo relativo, ora sul mar di Levante, entro la mattinata di domani dovrebbe andare progressivamente a colmarsi, determinando condizioni di residua instabilità sull’est della Turchia, il Kurdistan, la Siria e l’Iraq. Su queste aree menzionate il significativo “gradiente termico verticale” lasciato in eredità dal “CUT-OFF” anatolico (aria fredda polare continentale in quota che scorre sopra lo strato più caldo preesistente nei bassi strati scaldato ulteriormente dall’insolazione di Aprile) potrebbe incentivare lo sviluppo di tante “Cellule temporalesche” e sistemi convettivi a mesoscala capaci di dare luogo a rovesci di pioggia, con fulminazioni e colpi di vento, anche in mezzo al deserto Siriaco e sull’Iraq centro-settentrionale. Alcuni di questi temporali, a causa dei forti contrasti termici in gioco, potrebbero risultare localmente davvero intensi, venendo accompagnati da acquazzoni e da una vivace attività elettrica.