Sclerosi Multipla: disponibile anche in Italia nuovo farmaco

Il farmaco riesce ad  eliminare le cellule responsabili del processo infiammatorio da cui deriva la patologia: è già stato approvato in oltre 40 paesi

E’ da oggi disponibile anche in Italia, il farmaco biologico alemtuzumab, per pazienti adulti con Sclerosi Multipla a decorso recidivante remittente (Smrr). Lo ha reso noto Genzyme, societa’ del Gruppo Sanofi. Il nuovo farmaco, supportato da un programma di sviluppo clinico che ha coinvolto nel mondo circa 1.500 pazienti ed e’ gia’ stato approvato in oltre 40 Paesi, ha ottenuto la rimborsabilita’ anche da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). La sua caratteristica principale consiste nella modalita’ di somministrazione: attraverso una infusione endovenosa da praticare solo 5 volte (in 5 giornate consecutive) il primo anno di trattamento e 3 volte il secondo anno. L’efficacia si protrae anche negli anni successivi, anche se al momento il massimo periodo di osservazione degli studi e’ di 5 anni.

SCLEROSI MULTIPLA1Si tratta di un anticorpo monoclonale che interagisce in modo selettivo con le cellule del sistema immunitario responsabili dell’attacco al sistema nervoso centrale, tipico della malattia. L’anticorpo colpisce la CD52, una proteina presente in grandi quantita’ sulla superficie delle cellule T e B, eliminando le stesse cellule responsabili del processo infiammatorio. “La Sclerosi Multipla – spiega Giancarlo Comi (Ospedale San Raffaele di Milano) – e’ una malattia che colpisce soprattutto le persone di sesso femminile: il rapporto donna/uomo e’ infatti di circa 2,5 a 1 e risulta in crescita. Per fortuna – continua Comi – abbiamo oggi molte nuove risorse terapeutiche, con diversi meccanismi d’azione, tra le quali alemtuzumab. Questa si presenta con un profilo particolare in quanto distrugge le cellule patogeneticamente rilevanti con grande efficacia ed effetti persistenti a lungo termine, risultando particolarmente indicata nei pazienti con elevata attivita’ di malattia”.