Terremoto in Nepal: anche un manager di Google fra vittime

MeteoWeb

Non gli è bastato essere un alpinista e scalatore provetto

Il terremoto che ha piegato il Nepal e’ stato piu’ forte. E Dan Fredinburg e’ morto in seguito alle ferite riportate. Manager di Google responsabile per la privacy, Fredinburg e’ stato anche il co-fondatore di Google Adventure, l’iniziativa che ha portato ‘Street View’ all’estremo, facendola sbarcare in posti esotici proprio come il Monte Everest. Fredinburg – afferma Google – si trovava in Nepal a fare hiking sul Monte Everest insieme ad altri due dipendenti di Google, che sono salvi e al sicuro. Nel confermare la morte, Google si impegna a stanziare un milione di dollari per rispondere al terremoto e mette a disposizione per il Nepal ‘person finder’, uno strumento per aiutare a trovare i propri cari. Poco prima della valanga che gli ha tolto la vita, Fredinburg aveva postato su Twitter una sua foto, durante una pausa nella scalata con un cappuccino. Fredinburg e’ il primo americano di cui si e’ avuta notizia ad aver perso la vita nel terremoto che ha piegato il Nepal, provocando valanghe sul Monte Everest. Non e’ ancora chiaro quanti americani ci potrebbero essere fra le vittime.