Terremoto in Nepal, Farnesina: trovati finora 300 italiani, tutti incolumi

MeteoWeb

La loro presenza è stata accertata anche grazie alla collaborazione delle autorità italiane in India

L’Unita’ di crisi della Farnesina prosegue il lavoro di verifica sulla presenza dei connazionali in Nepal. Finora, si apprende al ministero degli Esteri, sono stati rintracciati oltre 300 italiani, che risultano incolumi. La loro presenza in Nepal e’ stata accertata anche grazie alla collaborazione delle autorita’ italiane in India.

L’Unita’ di crisi continua a ricevere dai connazionali nuove segnalazioni di familiari in Nepal, o che si pensa si trovino in Nepal, anche dopo la nuova forte scossa di stamattina dopo quella di ieri che ha devastato il Paese. Lo si apprende al ministero degli Esteri che sottolinea come l’Unita’ di crisi continui a lavorare “24 ore su 24 con l’obiettivo di rintracciare tutti”.

Le verifiche, che sono ancora in corso, vengono rese difficili dalle condizioni delle comunicazioni telefoniche sul posto e dal fatto che molti italiani non si erano registrati sul sito dell’Unita’ di crisi www.dovesiamonelmondo.it.